Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

Tutto è pronto per la 6° prova del Mondiale di Formula 1 2020. Ecco gli orari tv, le previsioni meteo e la scelta Pirelli

GP Spagna 2020, round 6. Dopo esserci messi alle spalle le prime tappe europee, la stagione di Formula 1 arriva in Spagna e al Montmelò, nella sua insolita collocazione estiva.  Nell’attesa ecco la nostra anteprima

GP Spagna anteprima. Salutata la Gran Bretagna e Silverstone dopo due settimane consecutive, ora ci accingiamo ad assistere al GP di Spagna, sesta prova di questo Mondiale 2020, che si disputerà come di consueto sul circuito del Montmelò a pochi chilometri da Barcellona.

Il Campionato è cominciato lo scorso luglio, regalandoci diverse emozioni, sorprese e colpi di scena, con la Mercedes che ha ottenuto quattro vittorie con Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, mentre domenica scorsa abbiamo assistito alla prima vittoria stagionale della Red Bull con Max Verstappen.

GP Spagna 2020 anteprima
Credits: Red Bull press area

La stagione 2020 ci sta confermando una Mercedes super competitiva e protagonista di questi weekend di gara appena disputati, capace di dominare, anche se nelle ultime due gare ha avuto qualche problema con le gomme. Alle sue spalle vediamo una Red Bull che man mano sta dimostrando di potersi inserire nella lotta per la vittoria in gara e rendere più vivace e imprevedibile questa stagione. D’altro canto, c’è una Ferrari che arranca e in difficoltà, con una vettura nella quale manca stabilità, competitività e velocità, e in qualche occasione di affidabilità. Il team italiano dovrà cercare di recuperare, e fornire a Vettel e a Leclerc una vettura più competitiva e capace di lottare nelle posizioni migliori rispetto a quanto visto finora. Il monegasco è l’unico dei due piloti ad avere ottenuto due podi e nell’ultima gara è arrivato in quarta posizione.

Vedremo cosa ci riserverà il GP Spagna, sicuramente non mancheranno colpi di scena. Ci sarà da tener d’occhio la Racing Point e la sua vettura che sta dimostrando una buona competitività. Anche la McLaren, complice una monoposto migliore rispetto alle precedenti stagioni, che permette ai suoi piloti di lottare per il podio e per le posizioni migliori. Nelle ultime gare abbiamo ritrovato una Renault più in forma, così come i suoi piloti, specialmente Daniel Ricciardo reduce da due gare combattute.

Carlos Sainz Jr. è l’unico pilota spagnolo a disputare il GP Spagna, che per quest’anno sarà a porte chiuse a causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Reduce da un buon inizio di stagione, complice una vettura competitiva, nonostante l’assenza del pubblico in autodromo, sicuramente vorrà ottenere un buonissimo risultato.

Nell’attesa che inizi il weekend del GP Spagna, vediamo ora nel dettaglio di questo anteprima cosa ci riserverà questa nuova prova del mondiale di Formula 1.

IL CIRCUIT DE BARCELONA-CATALUNYA

GP Spagna 2020 anteprima
Credits: Pirelli press area

L’autodromo è situato in via Mas Moreneta, vicino a Montmeló a una ventina di chilometri a nord-est di Barcellona, capitale della Comunità Autonoma della Catalogna. È stato inaugurato in vista dei Giochi Olimpici del 1992 e dal 1991 ospita il GP Spagna di Formula 1, oggi organizzato dal RACC (Real Automovil Club de Cataluña).

Durante gli anni passati, in seguito al tragico weekend del GP di San Marino 1994, il tracciato subì molti lavori per migliorare la sicurezza, ampliando le vie di fuga, rimuovendo la Variante Nissan sostituendola con un rettilineo. Nel 2004, “La Caixa-Banc de Sabadell”, una sequenza di curve fu sostituita da una curva molto stretta, per permettere i sorpassi in staccata. Nel 2007 nella parte finale del tracciato è stata inserita una nuova variante tra le ultime due curve, la “Europcar” e la “New Holland”, per diminuire la velocità di percorrenza dell’ultima curva.

Le caratteristiche del tracciato e il clima perennemente mite, lo rendono uno dei più utilizzati per i test dalle scuderie in inverno e durante l’anno. È caratterizzato da ben tre tracciati: il circuito del Gran Premio di 4.655 m, il circuito Nacional di 3.067 m e il circuito dell’Escuela di 1.703 m. Il GP Spagna, è caratterizzato da 65 giri da percorrere in senso orario, coprendo una distanza complessiva di circa 307 km.

Il circuito è caratterizzato da un manto stradale ondulato, ed è molto apprezzato dai piloti per la sua articolazione e i rettilinei intervallati da curve ampie e veloci. Il rettilineo principale permette di raggiungere la velocità di 320 km/h, inferiori rispetto alle altre pista a causa dell’elevato carico aerodinamico richiesto.

GP Spagna 2020 anteprima
Credits: Pirelli press area

Le gomme potrebbero riscontrare qualche problema soprattutto nelle curve più chiuse, che alterano la pressione, oltre che per il manto spesso sporco. Questo accade a causa del vento che porta sabbia dalla vicina campagna e che può condizionare l’assetto della vettura e la strategia di gara.

Alla fine del lunghissimo rettilineo principale, i piloti si troveranno ad affrontare la curva Elf, leggermente in salita, dove spesso abbiamo assistito a incidenti. Altra insidia è rappresentata dalla curva Seat, particolarmente lenta, dove la velocità si abbassa a 75 Km/h.

PIRELLI: C1, C2, C3

Per la prima volta, il GP Spagna si disputerà nel mese di agosto. Per questo appuntamento, Pirelli ha nominato le tre mescole più dure della gamma: C1, C2 e C3, ovvero white hard, yellow medium e red soft. Questa scelta è stata vista per la prima volta nel 2019, ma dato che quest’anno il GP si disputerà in piena estate, rappresenterà una sfida per i pneumatici, visti i carichi importanti e le forti sollecitazioni laterali che subiranno su alcune curve come la 3 e la 9, con la gomma anteriore sinistra che sarà messa a dura prova.

L’ultima volta che i piloti sono scesi in pista al Montmelò, è stato nel mese di febbraio con i test pre-stagionali. Chiaramente ora si ritroveranno con condizioni meteo e vetture diverse. Ci saranno da tener d’occhio le temperature elevate che potrebbero aumentare il degrado, visto anche che il tracciato è impegnativo per le gomme. Sarà fondamentale saper gestire le gomme e controllare il loro surriscaldamento che può condizionare la trazione.

Qui di seguito l’anteprima pubblicato da Pirelli in vista dell’appuntamento spagnolo.

CHE TEMPO FARÀ?

Secondo l’ultimo bollettino meteo per quest’anteprima, il weekend del GP Spagna sarà piuttosto caldo, con tempo sereno e nessuna probabilità di pioggia. Le temperature saranno previste attorno i 30°C per tutti e tre i giorni di attività in pista, nonostante la possibile presenza del vento che potrebbe dar fastidio domenica.

Per la giornata di venerdì, il cielo si presenterà soleggiato e con temperature elevate tra i 27°C e 31°C. L’umidità sarà del 73% al mattino e del 51% nel pomeriggio. Nella giornata di sabato, farà molto caldo, con cielo sereno e senza nuvole. Per le qualifiche il termometro arriverà a toccare i 32°C e con un tasso di umidità attorno il 57%. Infine per la giornata di domenica, in occasione della gara, il cielo sarà sereno con temperature sui 30°C e 61% di umidità.

ORARI TV

La Formula 1 torna con il GP Spagna, sesta tappa del Mondiale 2020. Per poter seguire l’evento, anche qui sarà Sky Sport F1 HD a trasmetterlo in diretta ed esclusiva, mentre TV8 (canale 8 del digitale terrestre) mostrerà in differita solo qualifiche e gara. Per chi volesse, torna il Live di F1world che vi racconterà giro per giro il GP Spagna.

In conclusione dell’anteprima, qui di seguito vi diamo gli orari tv italiani per seguire il weekend del GP Spagna 2020:

Venerdì 14 Agosto 2020
ore 11.00 – 12.30: Prove Libere 1 (diretta Sky Sport F1 HD – no differita TV8);
ore 15.00 – 16.30: Prove Libere 2 (diretta Sky Sport F1 HD – no differita TV8)

Sabato 15 Agosto 2020
ore 12.00 – 13.00: Prove Libere 3 (diretta Sky Sport F1 HD – no differita TV8);
dalle ore 15.00: Qualifiche (diretta Sky Sport F1 HD – differita TV8 dalle 18.00)

Domenica 16 Agosto 2020
dalle ore 15.10: Gara (diretta Sky Sport F1 HD – differita TV8 dalle 18.00)

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button