Formula 1Gran Premio Singapore

GP Singapore, Perez parte secondo; l’altra Red Bull è ben lontana

Le dichiarazioni post-qualifica del pilota messicano che perde la pole per un nulla

Il secondo posto in partenza per il GP di Singapore viene agguantato da Perez, a un soffio dalla pole position; Verstappen, invece, è fuori dalla top 5

Con grande sorpresa, Sergio Perez partirà dal secondo posto al via del GP di Singapore. Il messicano non compariva tra i favoriti per le prime tre posizioni, eppure perde la pole position per soli 22 millesimi. Sarà la sua la Red Bull incaricata di attaccare la Ferrari di Leclerc dai primi giri. Dopo che il suo compagno di squadra, il quale potenzialmente potrebbe laurearsi Campione del Mondo già da domani, è dovuto rientrare ai box a soli due giri dalla fine del suo giro veloce. Con la conseguenza che domani partirà dall’ottava casella.


Perez partirà per la prima volta dalla prima fila a Singapore, e il messicano ha già ben chiari gli obiettivi per domani: “Innanzitutto dobbiamo fare una buona partenza. Perché già abbiamo una grande opportunità di attaccare Leclerc e di puntare alla vittoria.” dice. “Sono un po’ deluso per aver perso la pole per soli due centesimi. Ma è comunque un gran risultato per il team, che ha fatto un gran lavoro per tutto il sabato“.

Ma sappiamo bene come le gare di Singapore siano spesso imprevedibili. E l’incognita maggiore per domani è rappresentata dalle condizioni meteo. “E’ stato molto complicato oggi comprendere le condizioni metereologiche,” afferma Perez, “e domani potranno cambiare in ogni momento. Sarà quindi cruciale non commettere errori“. Così conclude Sergio Perez, secondo domani alla partenza del GP di Singapore.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio