DichiarazioniFormula 1Gran Premio Qatar

GP Qatar, Alonso: “È stata una bella domenica”

Per l’asturiano il podio mancava da sette anni e il risultato ottenuto a Losail, insieme al quinto posto di Ocon, è stato ottimo per la squadra

Lo spagnolo della Alpine è stato protagonista di una gara incredibile, che lo ha visto salire sul terzo gradino del podio alle spalle dei due contendenti il titolo

Sono passati sette anni dall’ultimo podio di Fernando Alonso, ma il GP del Qatar ha rappresentato per il pilota della Alpine l’occasione di tornare a farsi valere. Lo spagnolo ha dato prova del suo talento sin dai primi giri, non solo grazie alle performance in pista, ma anche per l’entusiasmo e la determinazione dimostrati nei confronti del team. 

Nella seconda metà del GP, infatti, Alonso ha chiesto al team di chiedere a Ocon di spingere, per portare a casa un altro buon piazzamento per la squadra. E così è stato: Esteban ha chiuso in quinta posizione, una performance che – come sottolineato anche dall’asturiano – era nell’aria da qualche gara. “È stata una gara incredibile. Ci eravamo andati vicini anche nelle gare scorse, a Sochi era stata la nostra ultima possibilità. Oggi onestamente pensavo di poter essere in testa dopo il primo giro. Con la mescola rossa pensavo di poter superare Lewis, ma non è andata così“, ha dichiarato nel post gara.

UN RISULTATO MERITATO

Il terzo posto di Alonso nel GP del Qatar è stato qualcosa di veramente incredibile. Lo spagnolo ha ingaggiato una bella battaglia con Perez, andando quasi oltre i limiti. Per il messicano della Red Bull c’è stato poco da fare e, nonostante la seconda sosta, ha dovuto abbandonare la terza posizione in classifica. “Con Checo è stata una battaglia molto ravvicinata, ma sono molto contento per il team. Anche il quinto posto di Esteban…è stata una bella domenica“, ha sottolineato.

Lo spagnolo ha descritto la gara andata in scena a Losail come una delle migliori per la scuderia. Tutto è andato nel migliore dei modi, non ci sono stati errori e il risultato raggiunto è stato più che meritato: “Avevamo pianificato una sola sosta, ma non potevamo sapere quanto sarebbe stata l’usura della gomma, era una gara difficile per tutti. Ma l’abbiamo gestita molto bene. Il team è stato fantastico, il pit stop è andato bene, l’affidabilità della macchina è superba“, ha sottolineato al termine della gara.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.