Formula 1Gran Premio PortogalloPagelle di Formula 1

GP Portogallo: le pagelle del dodicesimo appuntamento

Sul tracciato di Portimao si è scritta una nuova pagina nella storia della Formula 1, ecco i voti che abbiamo assegnato ai piloti protagonisti

Le pagelle del GP del Portogallo  sono state caratterizzate da alcuni colpi di scena e qualche conferma

Come ogni lunedì, abbiamo cercato di dare un voto alla performance di ogni pilota. Questa volta, le nostre pagelle sono dedicate al GP del Portogallo. Ieri abbiamo assistito ad una nuova impresa nella storia della Formula 1. E’ stata una gara elettrizzante e divertente che ha tenuto tutti gli appassionati incollati alla tv. Ecco le nostre votazioni:

Hamilton 10
Si conferma il grande campione che è con un weekend superlativo. Inutile girarci intorno, è stato semplicemente perfetto. Dopo essere arrivato dietro al compagno di squadra in tutte le sessioni di prove libere, alla fine, ha ottenuto la pole position. All’inizio della gara ha perso qualche posizione, ma poi è riuscito a riconquistare la leadership al 20esimo giro. Ha inanellato un giro da qualifica dietro l’altro, rifilando 25 secondi di distacco al suo primo inseguitore.

Ha vinto dominando e scrivendo un nuovo record nella storia della Formula 1. “I record sono fatti per essere battuti” e Lewis questo lo sa bene. Infatti, vincendo per la 92esima volta in carriera, ha battuto il record di Michael Schumacher, diventando il pilota più vincente nella storia di questo sport. Chapeau!

Bottas 6
Il weekend del pilota finlandese era partito con i migliori auspici. Dai risultati del venerdì sembrava trovarsi a proprio agio sul tracciato di Portimao, ma non aveva ancora fatto i conti con Hamilton. Domenica ha completato la doppietta Mercedes, ma questa era la richiesta minima. E’ stato battuto in qualifica e in gara ha tagliato il traguardo 25 secondi dopo il suo compagno di squadra.

Verstappen 8
Max è ormai una certezza. L’unica macchina che può provare a competere con la Mercedes è la Red Bull, e Verstappen è l’unico dei due piloti che riesce a fare la differenza. Ancora una volta, l’olandese ha completato il podio portando a casa punti importanti. Non molla mai, anche quando il distacco sembra incolmabile, lui continua a spingere per inventarsi una magia.

Albon 5
Purtroppo non possiamo dire altrettanto bene di Albon. Lavora duro e ci prova, ma non riesce a trovare il ritmo del suo compagno di team. Dopo aver ottenuto il sesto posto in qualifica, ha terminato la gara 12esimo, escluso dalla zona punti.

Leclerc 8
E’ tornato a respirare un po’ Charles grazie agli aggiornamenti portati dalla Ferrari, che sembrano aver avuto successo. Anche questo weekend ha riconfermato il suo talento. Ha fatto una magia sabato e l’ha ripetuta domenica. Il pilota monegasco, partito dalla quarta piazza, è riuscito a mantenere la sua posizione in gara. E’ riuscito a tirar fuori il meglio dalla vettura e a portare a casa dei punti importanti per il team.

Vettel 6+
Non è uno dei periodi più semplici per il pilota tedesco, che si trova in difficoltà a guidare la sua SF1000. Nonostante i nuovi aggiornamenti, non è riuscito a migliorare il proprio feeling con la vettura. E’ rimasto escluso dalla Q3 ma in gara è riuscito a conquistare la zona punti. Non si può essere felici per un punto, ma un lato positivo c’è ed il passo gara. Vettel ha infatti registrato un buon passo gara, simile a quello del compagno di squadra e di Verstappen.

Gasly 9
Il pilota francese si è confermato ancora una volta affamato, determinato e telentuoso. Nella giornata di sabato è riuscito ad entrare nella Q3 e a registrare il nono tempo, mentre in gara ha dato il meglio sé. E’ riuscito ad esprimere tutto il potenziale della vettura e a far funzionare al meglio le mescole. Sorpasso dopo sorpasso ha scalato la classifica terminando la gara al quinto posto, dietro alla Ferrari di Leclerc.

Raikkonen 9
Impossibile attribuire un voto più basso alla gara di Kimi Raikkonen. La partenza del GP del Portogallo resterà nella storia della Formula 1. Allo spegnimento dei semafori, il pilota finlandese si è scatenato dando il meglio di sé. Nei primi giri, partendo 16esimo, è arrivato fino alla sesta posizione. E per la restante parte della gara non si è di certo risparmiato. Peccato non sia riuscito a conquistare la zona punti, perché il ritmo era ottimo. E’ stata una gara incredibile, in cui Iceman è tornato a farci divertire e ad emozionarci.

Russell 7
Uno dei giovani piloti dal talento puro che riesce sempre a sorprendere. Si è dimenticato del mezzo che aveva a sua disposizione e ha fatto un’altra magia. Nella giornata di sabato è riuscito a passare in Q2 e a siglare il 14esimo tempo, mentre in gara ha dato spettacolo difendendo la sua posizione. Meriterebbe sicuramente di più. Sarebbe bello vederlo guidare una monoposto più competitiva e vederlo lottare al fianco di Leclerc e Verstappen.

Gli altri: Sainz 7;  Norris 6,5;  Ocon 7;  Ricciardo 6;  Perez 7;  Giovinazzi 6;  Magnussen 6;  Grosjean 6;  Kvyat 5;  Latifi 5 e Stroll 4,5.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.