Formula 1Gran Premio Portogallo

GP Portogallo: Hamilton vince a Portimao

È il britannico a salire sul gradino più alto del podio, seguito da Bottas e da Verstappen

Un GP del Portogallo emozionante, che ha visto come protagonista Hamilton , con il finlandese e l’olandese alle sue spalle

È la prima volta che il circuito di Portimao viene inserito nel calendario di Formula 1. Tracciato nuovo, tutto curve e saliscendi. Un weekend caratterizzato da molta azione in pista, e che vede, finalmente, del pubblico sugli spalti. Un GP del Portogallo denso di emozioni e di colpi di scena. Un Gran Premio che ci ha regalato tante sorprese ma anche tante conferme, con Lewis Hamilton che ha conquistato il gradino più alto del podio, seguito da Valtteri Bottas e da Max Verstappen.

CAOS PARTENZA, GUIZZO DI SAINZ

Succede di tutto nei primi giri del GP del Portogallo. Una partenza in salita per le due Mercedes, che combattono contro le due McLaren molto aggressive, la Red Bull di Verstappen e la Ferrari di Leclerc. Dopo il contatto tra Perez e l’olandese, si rimescolano ulteriormente le carte. Mentre Sainz si porta in prima posizione, Hamilton sembra in difficoltà. A sorpresa durante i giri iniziali, arriva nelle prime posizioni un ottimo Kimi Raikkonen.

LAMPO ROSSO

Dopo dei primi giri un po’ complicati, il monegasco Leclerc si accende. Recupera diverse posizioni, superando inizialmente le due McLaren, poi dando del filo da torcere a Verstappen per gran parte della gara. Anche Vettel ha avuto molto ritmo, e ha cercato per tutto il Gran Premio di portare la sua Ferrari il più in alto possibile in classifica. Fino ad ora, è la miglior prestazione complessiva della Ferrari con entrambe le monoposto a punti. 

RAIKKONEN NON MOLLA

La partenza non ha lasciato dubbi sulla buona forma di Raikkonen. Il finlandese ha gareggiato in modo ottimale il GP del Portogallo, facendo una partenza quasi perfetta. Ha poi compiuto numerosi sorpassi, difendendo la sua posizione e concludendo la gara undicesimo. Passano gli anni, non passano, invece, il talento e la classe del finlandese dell’Alfa Romeo. Sembra contraddittorio dirlo, ma “Iceman”, in questo Gran Premio, è stato on fire.

MERCEDES IRRAGGIUNGIBILI

Notevole è stata anche la prestazione delle due Frecce Nere. Nonostante una partenza leggermente in difficoltà per entrambe, la loro competitività emerge dopo pochi giri dal via. Hamilton ha, poi, preso il comando per quasi tutto il GP del Portogallo, con Bottas sempre all’inseguimento. Si confermano, quindi, monoposto di un altro pianeta. 

 

Il podio del GP del Portogallo ha visto, dunque Hamilton sul gradino più alto, seguito dalla Mercedes di Bottas e dalla Red Bull di Verstappen. Sorpresa per quanto riguarda le prestazioni della Ferrari, che vede Vettel al decimo posto e Leclerc al quarto posto.

L’ordine di arrivo del gp del portogallo 2020

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:29:56.828 66 01:18.750 63 1 26
2 77 Finland Valtteri Bottas Germany Mercedes 01:30:22.420 66 01:19.345 66 2 18
3 33 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:30:31.336 66 01:19.854 62 3 15
4 16 Monaco Charles Leclerc Italy Ferrari 01:31:02.140 66 01:20.408 66 4 12
5 10 France Pierre Gasly Italy AlphaTauri 01:30:13.864 65 01:20.551 65 9 10
6 55 Spain Carlos Sainz Jr United Kingdom McLaren 01:30:15.280 65 01:20.268 65 7 8
7 11 Mexico Sergio Pérez United Kingdom Racing Point 01:30:16.886 65 01:20.802 49 5 6
8 31 France Esteban Ocon France Renault 01:30:18.457 65 01:20.859 61 11 4
9 3 Australia Daniel Ricciardo France Renault 01:30:19.151 65 01:20.906 61 10 2
10 5 Germany Sebastian Vettel Italy Ferrari 01:30:20.291 65 01:20.731 62 15 1
11 7 Finland Kimi Raikkonen Switzerland Alfa Romeo Racing 01:30:26.810 65 01:21.058 60 16 0
12 23 United Kingdom Alexander Albon Austria Red Bull 01:30:33.049 65 01:19.890 61 6 0
13 4 United Kingdom Lando Norris United Kingdom McLaren 01:30:47.438 65 01:19.360 65 8 0
14 63 United Kingdom George Russell United Kingdom Williams 01:30:55.041 65 01:20.882 62 14 0
15 99 Italy Antonio Giovinazzi Switzerland Alfa Romeo Racing 01:31:07.621 65 01:21.893 46 17 0
16 20 Denmark Kevin Magnussen United States Haas 01:31:10.875 65 01:21.460 63 19 0
17 8 France Romain Grosjean United States Haas 01:31:13.472 65 01:21.664 59 18 0
18 6 Canada Nicholas Latifi United Kingdom Williams 01:30:01.078 64 01:21.859 53 20 0
19 26 Russian Federation Daniil Kvyat Italy AlphaTauri 01:30:28.169 64 01:20.449 59 13 0
RIT 18 Canada Lance Stroll United Kingdom Racing Point 01:12:34.495 51 01:21.694 45 12 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio