Formula 1Gran Premio Olanda

GP Olanda, Albon: “Un risultato straordinario”

Complici le condizioni meteo e una strategia non del tutto azzeccata, il pilota della Williams ha collezionato altri punti nella classifica piloti, conquistando l’ottava posizione

Nonostante un pizzico di delusione, Albon è soddisfatto del weekend a Zandvoort, uno dei più forti da quando è entrato a far parte della Williams

Che per la Williams sarebbe stato un GP d’Olanda interessante, lo si era già capito dal passo dimostrato durante le prove libere. La sorpresa è poi arrivata in chiusura delle qualifiche, che hanno visto entrambe le monoposto entrare in Q3; un errore è poi costato la sessione a Logan Sargeant, mentre Alex Albon ha dato prova di grande costanza e talento.

Il pilota tailandese è stato protagonista di un ottimo weekend che ieri lo ha visto conquistare la quarta posizione, permettendogli di scattare subito alle spalle di Max Verstappen. Albon ha avuto un passo interessante lungo tutto l’arco del weekend e, nella gara appena conclusa, non ha deluso le aspettative. Forse il team avrebbe potuto compiere scelte diverse in termini di strategia, ma nonostante questo e nonostante le condizioni meteo avverse, Albon è riuscito a ottenere l’ottava posizione, collezionando altri quattro punti nella classifica piloti.

titolo

Quello che è emerso dalla gara di oggi, al di là delle difficoltà dovute al meteo che ha reso la gara lunga e stancante, è stata una Williams molto competitiva. Caratteristica, questa, che ha soddisfatto Albon e lo ha portato a difendere la strategia adottata dal team: “Si potrebbe obiettare che avremmo potuto fermarci prima ai box, all’inizio della gara. Ma siamo rimasti fedeli alle nostre idee e per noi ha funzionato la gestione delle gomme. Siamo riusciti a fare più di 40 giri con le soft. E questo puoi farlo solo con una monoposto che va bene. Mi sono sentito forte per tutto il fine settimana“, ha concluso il pilota della Williams.

Durante il GP d’Olanda per Albon è stato molto facile controllare il degrado anteriore e posteriore, “semplicemente attraverso la guida“. Il tailandese è riuscito a spostare l’equilibrio quando e dove ne aveva bisogno, gestendo una gara complessa ma ben pensata. “Poi ci siamo fermati per montare le medie e abbiamo iniziato a risalire verso la quinta e quarta posizione“, ha continuato. “Ho pensato che fosse tutto perfetto, finché non è arrivata la pioggia“.

Quest’ultima ha reso complessa la gara di tutti i piloti in pista, portando la direzione gara a sospendere il Gran Premio per tutelare la sicurezza di tutti. “[…] È stato davvero complicato, perché non sono entrato subito ai box e per la prima metà del giro ho pensato di poter superare le due vettura davanti a me. Ma poi in 30 secondi siamo passati dalla gomma morbida a quella completamente da bagnato e abbiamo perso terreno“, ha spiegato Albon. Una strategia che lascia un pizzico di delusione a lui e alla Williams, consapevoli che il sesto posto sarebbe stato possibile.

È comunque un risultato straordinario per noi“, ha però commentato Albon. “Soprattutto considerando che siamo qui proprio grazie a quanto fatto durante tutto il fine settimana. È stato il nostro weekend più forte finora e quello in cui ho sentito la macchina al meglio da quando sono in Williams. Quindi ci sono tanti aspetti positivi da poter considerare“.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio