Formula 1Gran Premio Miami

GP Miami, Red Bull: “Venerdì difficile, weekend a rischio?”

Il team di Milton Keynes afferma che tutti siano sulla stessa barca dopo le complicanze riscontrate durante le due sessioni di libere. Sarà davvero così?

Venerdì di libere altalenante per la Red Bull a Miami, seppur il team di Milton Keynes ritiene che siano tutti sulla stessa barca

La Formula 1 approda per la prima volta della sua storia a Miami. Dopo l’entusiasmo iniziale, c’è da fare i conti con le difficoltà derivanti dall’approccio con il nuovo tracciato. Il venerdì altalenante avuto dalla Red Bull a Miami ne è la prova, seppur la sua line up ci tiene a ribadire che sono tutti nella medesima e imprevedibile situazione. Nella prima sessione di libere Sergio Perez con il crono di 1:31.301 ha ottenuto la quarta posizione e ha effettuato 22 giri. Nella seconda sessione invece, il messicano con il crono di 1:30.150 ha ottenuto la terza posizione effettuando 19 giri.

DICHIARAZIONI PEREZ

A riguardo Perez ha dichiarato: “E’ stato un venerdì difficile per ogni pilota. La seconda sessione di libere penso che sia stata piuttosto movimentata e disordinata. Le bandiere rosse e il conseguente tempo perso hanno reso complicato lo svolgimento del nostro programma. Fondamentalmente stiamo andando alla cieca, ma penso che la maggior parte dei team sia sulla nostra stessa barca“.

“Per le qualifiche abbiamo un’idea più chiara di come muoverci, ma le cose possono cambiare molto rapidamente a causa del meteo. Non c’è molto grip al di fuori della traiettoria e inoltre vi sono diversi detriti su questo tracciato. Ciò è un vero peccato, perché penso che gareggiare in tali condizioni sarà difficile. Detto ciò, penso che sarà una gara interessante, perché nessuno di noi ha certezze in merito” ha così concluso il pilota messicano la sua analisi sul venerdì complicato avuto da Red Bull a Miami.

DICHIARAZIONI VERSTAPPEN

Nella prima sessione di libere il campione del mondo in carica ha effettuato 23 giri. Verstappen con il crono di 1:31.169 ha ottenuto la terza posizione. Invece nella seconda sessione non ci sono tempi cronometrati riscontrati per lui, a causa di un problema idraulico, infatti è riuscito a percorrere soltanto un giro. Perciò a riguardo ha dichiarato: “Non è stata una buona giornata per noi. Volevamo capire tutti i segreti del tracciato e apprendere più cose possibili, ma le cose non sono andate per il verso giusto“.

“Nella seconda sessione abbiamo avuto un problema di natura idraulica. Infatti non riuscivo a sterzare e i miei freni hanno preso fuoco. Non abbiamo perciò una grande quantità di informazioni e dati per quel che riguarda la mia monoposto. Ciò potrebbe essere un problema per qualifiche e gara, ma faremo del nostro meglio. Ovviamente cercherò di recuperare il tempo perso, lavoreremo molto duramente per superare i problemi riscontrati. Spero che otterremo una buona posizione in qualifica” ha così concluso l’olandese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.