Formula 1Gran Premio Miami

GP Miami, Mercedes: “Porpoising ci sarà sempre ma stiamo migliorando”

Russell domina le prove libere. Le Frecce d’argento stanno tornando?

Mercedes sfreccia sulle strade di Miami e finalmente torna sotto i riflettori

George Russell esce vincitore dalle prove libere sul nuovo circuito statunitense di Miami con la sua Mercedes W13 e ribalta le carte in tavola. Il nuovo pacchetto aerodinamico a bassa resistenza inizia a dare i suoi frutti e consiste in un’ala anteriore e posteriore completamente rivisitate. Con un ottimo 1:29:938, George ha concluso le FP2 davanti a tutti, mentre nelle FP1 era riuscito a stare al passo con Charles Leclerc chiudendo a soli 71 millesimi dal rivale.

Per il suo compagno, Lewis Hamilton, spetta invece la quarta posizione con un tempo di 1:30:179. Essendo solo prove libere è difficile guardare già alle qualifiche di oggi e alla gara di domenica, ma è innegabile che sono stati fatti importanti passi in avanti con la macchina. Essendo un nuovo circuito, i piloti hanno dovuto familiarizzare e abbiamo visto alcuni di loro finire in testacoda o a muro. Per Sainz proseguono i problemi, con l’errore che lo ha portato alla fine anticipata delle prove dopo aver messo la sua F1-75 a muro in curva 14. Verstappen invece ha accusato un principio di incendio al sistema frenante mentre Latifi, come da manuale, ha parcheggiato la sua monoposto in curva 9 per problemi meccanici.

Russell: “Venerdì più produttivo dell’anno”

“Abbiamo sempre saputo che le condizioni calde qui a Miami si sarebbero adattate meglio alla nostra macchina: abbiamo sofferto per l’aumento della temperatura delle gomme nelle gare precedenti, quindi questo è un fattore importante qui”.

“La macchina va bene ma è solo venerdì, non ci facciamo prendere la mano. Sappiamo che il porpoising ci sarà sempre, ma non è più limitante come in precedenza. In genere ci sono gare che vanno a tuo favore e alcune che ti vanno contro. Imola ovviamente non era un circuito forte per noi, ma da quello che abbiamo visto finora, la macchina sembra funzionare bene qui a Miami. È un circuito unico. Ero un po’ incerto su come avrei affrontato la sezione stretta a bassa velocità sotto il ponte, per il resto hanno fatto un ottimo lavoro: ondulare nelle sezioni, con curve ad alta velocità, penso sia fantastico per i fan”.

Hamilton: “Non ci lasciamo trasportare. Gli avversari si stanno nascondendo”

“Oggi è solo pratica e tutti stanno facendo qualcosa di diverso, non mostrando il loro vero ritmo. Sembriamo essere più veloci e ovviamente siamo migliorati in alcuni punti. Abbiamo ancora il porpoising, quindi non l’abbiamo curato del tutto ma piano piano stiamo migliorando la macchina. La gara sarà dura, in particolare con le gomme che si surriscaldano e fa molto caldo per i piloti, ho già perso un paio di chili oggi”.

“Il caldo mi ricorda un po’ guidare in Malesia: è ancora la numero uno in termini di caldo, poi Singapore e ora Miami. Ci sono elementi positivi dalle prove di oggi, George è stato fantastico. Là fuori e il team sta provando molte cose diverse con le nostre vetture, quindi convergeremo e speriamo di fare un altro passo avanti domani”.

Shovlin: “Nonostante bandiere rosse nostri test compiuti con successo”

Andrew Shovlin, direttore tecnico Mercedes, è fiducioso delle sue monoposto a Miami: “Abbiamo avuto alcuni aggiornamenti aerodinamici da provare che stiamo ancora valutando, ma nel complesso pensiamo di aver fatto dei progressi. In termini di assetto, abbiamo fatto alcuni confronti durante la giornata tra le vetture e i risultati iniziali sembrano interessanti. Faremo un po’ più di analisi prima di decidere cosa portare domani. Rimangono un problema il generale riscaldamento della vettura (soprattutto le gomme) e il bilanciamento, ma Shovlin guarda più nel dettaglio e afferma: “Ci sono un paio di dossi notevoli qui che sconvolgono la macchina, ma nel complesso è un buon inizio, soprattutto rispetto ai nostri recenti venerdì”.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.