DichiarazioniFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia, Leclerc: “Una delle mie migliori performance”

Il ferrarista si dice molto contento della propria prestazione, ribadendo gli evidenti progressi fatti rispetto al disastro del 2020

Nel Gran Premio d’Italia le Ferrari di Sainz e Leclerc hanno concluso al quarto e quinto posto, ai piedi del podio

Guarda il bicchiere mezzo pieno Charles Leclerc al termine del Gran Premio d’Italia. Il quarto posto non soddisfa fino in fondo l’esigente pubblico che è andato a sostenere la Ferrari sul circuito brianzolo, ma rappresenta un indubbio miglioramento rispetto a quanto visto nel 2020. La Ferrari è tornata competitiva, e in fin dei conti, ha di fatto sfiorato un piazzamento sul podio.

Complice la penalità inflitta a Sergio Perez e soprattutto all’incidente che ha tolto dai giochi Verstappen ed Hamilton le Ferrari di Leclerc e Sainz sono riusciti a cogliere un quarto e un quinto posto. Meglio di quanto ci si poteva aspettare alla vigilia, visto che è stato lo stesso Binotto a denunciare le mancanze del motore Ferrari, che paga ancora diversi cavalli rispetto alla concorrenza.

“Oggi avevamo la possibilità di sorpassare qualche macchina, ci ho provato veramente tanto. Ho dato tutto. Si tratta di un quarto posto e va bene così. Ma penso che a livello personale sia una delle mie migliori performance. Sono molto contento”, ha esordito Leclerc, che a Monza è riuscito a cogliere il secondo dei suoi successi in Formula 1.

“Eravamo forti in entrambe le metà di gara. Nella seconda, appena c’era zona DRS eravamo molto vulnerabili. Ci è mancato un pizzico di velocità sul rettilineo e questo ci ha complicato la vita. Ma abbiamo dato tutto”, ha ribadito il ferrarista ai microfoni di Mara Sangiorgio.

BICCHIERE MEZZO PIENO

“So che forse i tifosi non saranno contenti di vederci quarti, lo capisco e lo capiamo tutti. Ma se guardiamo a dove eravamo lo scorso anno e dove siamo ora, c’è stato un grande passo avanti. Il merito è di tutta la squadra. Non siamo ancora dove vorremmo essere, ma ci stiamo avvicinando e il miglioramento è stato netto”, ha concluso il pilota monegasco.

Complice la doppietta portata a termine dalle due McLaren di Ricciardo e Norris per la Rossa si allontana l’obiettivo del terzo posto nella classifica costruttori. La scuderia di Woking, al momento, ha 13,5 lunghezze di vantaggio sulla Scuderia italiana. Ma nel calendario ci sono ancora otto appuntamenti e i ribaltoni possono esserci in qualsiasi circostanza.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.