Formula 1Gran Premio Italia

GP Italia, la griglia di partenza definitiva

Grazie alla penalizzazione di Valtteri Bottas, Verstappen partirà dalla pole position davanti alle due McLaren. Quarto posto per Lewis Hamilton

La Sprint Race del sabato pomeriggio ha rimescolato i pronostici della vigilia e Verstappen ha adesso una ghiotta occasione per allungare in classifica

La Sprint Race è stata vinta da Valtteri Bottas, ma ad aprire la griglia di partenza del GP d’Italia di domenica sarà Max Verstappen. Il finlandese della Mercedes sarà infatti costretto a partire dal fondo dopo aver sostituito tutta la Power Unit e Verstappen proverà a cogliere l’occasione di allungare su un tracciato sulla carta sfavorevole alle caratteristiche della Red Bull.

Alle spalle del leader del mondiale troviamo le due McLaren, con Daniel Ricciardo davanti a Lando Norris. Il team di Woking, che mancava la prima fila sulla pista brianzola addirittura dal 2012, ha impressionato per la velocità di punta elevatissima che è riuscita a sprigionare sui lunghi rettilinei di Monza. Una qualità che la rende difficilissima da sopravanzare e molto pericolosa per i rivali durante il primo giro. Norris e Ricciardo saranno le mine vaganti che separeranno nella griglia di partenza i due contendenti al titolo, e chissà che non riusciranno a fare il colpaccio.

E parlando di contendenti al titolo, lo sconfitto di giornata è senz’altro Lewis Hamilton, soltanto quarto. L’inglese, che può contare su un passo gara molto veloce, non è mai riuscito ad impensierire le McLaren nonostante l’utilizzo del DRS e dovrà ora preparara una gara tutta diversa rispetto a come se l’era immaginata.

Terza fila tutta Ferrari, con Charles Leclerc davanti a Carlos Sainz, a precedere uno splendido Antonio Giovinazzi che è riuscito a tenersi dietro l’altra Red Bull di Sergio Perez, ancora poco brillante durante le fasi di qualificazione. A chiudere la Top 10 l’Aston Martin di Lance Stroll e l’Alpine di Fernando Alonso.

Incidente per Gasly: sarà penultimo

Giornata da dimenticare per AlphaTauri con Pierre Gasly fuori dai giochi già dopo poche curve. Il francese, vincitore nel 2020, è finito a contatto con Ricciardo nella Prima Variante danneggiando l’ala anteriore. Da quel momento in poi è praticamente diventato un passeggero della sua monoposto non potendo fare più nulla per evitare il violento impatto nel curvone che porta alla Roggia.

I risultati della Sprint Race vanno leggermente a muovere le classifiche dei due campionati. Verstappen porta a 5 le lunghezze di vantaggio su Hamilton. La Mercedes, invece, guida nel Mondiale Costruttori con 13 punti di vantaggio sui rivali della Red Bull.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.