Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, Silverstone contro Ecclestone

Stuart Pringle lancia critiche verso Bernie Ecclestone, la cui gestione in F1 ha messo a rischio il futuro dello storico circuito e dell’evento

Pringle, AD di Silverstone è critico verso Ecclestone e il suo modo di operare in F1, mettendo in billico il GP Gran Bretagna

Il futuro del GP Gran Bretagna e di Silverstone hanno affrontato un periodo di grande incertezza verso la fine dell’epoca di Bernie Ecclestone come patron della Formula 1. Poi c’è stata una svolta, con un accordo raggiunto con Liberty Media, la nuova proprietà del Circus, che assicurava la permanenza dell’evento e di Silverstone fino al 2024.

L’edizione del 2019, sarebbe dovuta essere l’ultima in Formula 1, dopo la fine del contratto che legava Silverstone per via dei costi troppo elevati. Poi nei successivi due anni ci sono state le negoziazioni, con il circuito e i vertici della Formula 1, terminate con alcune condizioni cestinate e un nuovo accordo raggiunto.

Silverstone ha subito molti lavori di riqualificazione negli ultimi anni, per migliorare le sue strutture, e ora è davvero rigoglioso, grazie ai nuovi proprietari della Formula 1, secondo quanto rivela Stuart Pringle, che non resiste nel puntare il dito contro Ecclestone.

Pringle: “Incapacità di realizzare profitti in 40 anni di Gran Premi”

“È un dato di fatto che ti troverai con il tutto esaurito alla domenica. Fino a qualche anno fa, di solito registravamo il sold out il sabato, e ora anche venerdì è andato tutto bene,” ha così dichiarato Pringle.

“Questo è dove è il tuo profitto. Se non realizzi profitti, secondo Mr. Ecclestone, non puoi reinvestire nell’infrastruttura. Silverstone, era tutto uno scricchiolio e una lamentela, perché la BRDC (Club Piloti Britannici) non era capace di realizzare profitti nel corso dei 40 anni di Gran Premi”.

“Ora, sono contento di dire che i proprietari della Formula 1, hanno una visione sensibile che non fa parte del loro interesse di schiacciare l’organizzatore, e riconoscono gli investimenti di denaro della BRDC verso la struttura,” ha così aggiunto l’amministratore delegato del circuito di Silverstone.

Infine: “Se rendiamo le strutture migliori, i fans avranno un’esperienza migliore. Se va meglio per i fans, sarà meglio per il campionato, e sarà la vittoria per tutti quanti”.

Nuovo obiettivo: avere un lungo weekend

Con l’aumento della popolarità del GP di Gran Bretagna, Stuart Pringle conferma la volontà di aver un lungo weekend a Silverstone, magari di quattro giorni, dando la possibilità ai fans di vivere maggiormente l’evento e con più azioni in pista.

Malgrado la proposta non possa essere effettivo, con il classico format della Formula 1, composto da venerdì, sabato e domenica, alcune categorie di supporto potrebbero spostarsi al giovedì, creando una sorta di festival dello sport.

Stiamo provando ad avere un weekend esteso,” ha ammesso Pringle.

“Sto lavorando duramente con la Formula 1. Credo che debbano cambiare il format del weekend. Loro dicono: “Oh bene, dipende dalla FIA, devono testare il sistema e cose così”. Bene, facciamolo fare un giorno prima”.

Facciamo qualcosa il giovedì. Ci sono tante persone che vogliono venire e vedere qualcosa, e tre giorni mi sembrano un po’ poco,” ha così spiegato Pringle.

In conclusione: “Facciamo che sia la miglior parte, di una grande settimana di festival. In modo che la gente arrivi a Silverstone al martedì, montano le tende e il gioco è fatto”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio