Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, Sainz: “Problemi, ma ho continuato a crederci”

Carlos Sainz ottiene la sua prima vittoria in carriera alla guida della Ferrari numero 55, in una gara tutt’altro che facile per il Madrileno

Dopo 150 gran premi in Formula 1, Sainz riesce a convertire la propria prima pole position nella propria prima vittoria nel GP di Gran Bretagna

Dopo 4 anni la Ferrari torna a vincere, come direbbe Sebastan Vettel (35 anni oggi), “A casa loro“. Il GP di Gran Bretagna viene infatti vinto dalla rossa dopo 3 anni di dominio Hamilton grazie a Carlos Sainz. Lo spagnolo, ieri, era risultato il più veloce delle qualifiche, ottenendo così la propria prima pole position. Partito male, Sainz ha avuto fortuna nel caos del primo giro, che ha portato alla bandiera rossa. Dovendo tornare alla classifica del giro precedente, con l’interruzione dopo poche curve dall’inizio, Carlos ha avuto la possibilità di partire nuovamente dalla pole, riuscendo questa volta a difendersi.

La gara non è stata semplice per il pilota di Mardid, a lungo davanti al compagno di squadra ma con passo decisamente più lento. È stato infatti spinto, nel corso della gara, a scambiare posizione con Leclerc. Quando ormai si prospettava un 1-2 Ferrari, con l’unica minaccia rappresentata da Hamilton al terzo posto, la monoposto di Ocon in avaria ha costretto la direzione di gara a mandare in pista la Safety Car. Puntando su una strategia decisamente rivedibile, Ferrari ha fatto rientrare ai box solo il pilota numero 55, montandogli gomme rosse. Con il vantaggio delle gomme fresche e morbide, Sainz ha superato Leclerc subito dopo la ripartenza e da lì è diventato imprendibile per chiunque.

Silverstone, un posto speciale

Carlos, intervistato, si dimostra visibilmente emozionato rispetto al risultato ottenuto: “Dopo 150 gare, con la Ferrari, a Silverstone… non potevo chiedere di più. È una giornata molto speciale, che non dimenticherò mai, e un weekend molto speciale in generale. Grazie a tutti per il sostegno, per il tifo“. Parla inoltre della fatica che ha fatto nel tenere Hamilton alle proprie spalle: “Lewis era sul pezzo oggi, era una di quelle sue giornate. Però siamo riusciti a tenere duro, sono felice”.

“Sì, non è stato semplice, ho faticato parecchio sul bilanciamento, specialmente con le gomme medie nel primo stint. Max ci ha costretto a spingere tanto, tanta velocità, io ho avuto problemi all’anteriore sinistra, però ho continuato a crederci di potercela fare, sono rimasto in gara. Poi all’improvviso la Safety Car mi ha dato l’opportunità di tornare in testa e ci siamo riusciti. Puoi immaginare i nervi che avevo in quella ripartenza, sapevo che era la mia opportunità e poi ci sono riuscito. Questa è la mia prima vittoria” così Sainz spiega come sia arrivato al successo.

“Voglio ringraziare tutti perché Silverstone è sempre stato un posto speciale per me: la mia prima vittoria nel 2010 in Formula BMW, la prima Pole Position anche qui nel 2010, poi 12 anni dopo sono riuscito ad ottenere lo stesso esatto risultato con la Ferrari. È un circuito speciale per me e voglio ringraziare tutto il pubblico per aver fatto il tifo per me e aver fatto parte di questa mia vittoria” termina Sainz, che finalmente trova un posto nell’albo d’oro dei vincitori di un Gran Premio di Formula 1.

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio