Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna: giornata agrodolce per la Ferrari!

Il resoconto del Gran Premio di Gran Bretagna, decimo appuntamento del Mondiale 2022

Sainz vince per la prima volta in carriera, ma farà discutere la strategia della Ferrari che ha sacrificato la gara di Leclerc. Completano il podio Perez ed Hamilton

Verstappen è l’unico tra i primi a partire con gomma Soft. La sua è una scelta che paga, perché con una partenza a fionda l’olandese brucia Sainz e si porta in testa alla corsa. Alle loro spalle Hamilton, che con un grande spunto riesce a sopravanzare sia Leclerc che Sainz.

La gara è però subito interrotta dalla bandiera rossa. Nella pancia del gruppo un brutto incidente coinvolge Russell, Ocon, Zhou, Ocon e Tsunoda. Apprensione per le condizioni del cinese, la cui vettura si è pericolosamente cappottata nella ghiaia della Abbey. Dopo qualche minuto arriva la notizia più importante: Zhou sta bene. La situazione aiuta la Ferrari. Perché la bandiera rossa, arrivata quando doveva ancora terminare il primo giro, neutralizza il tutto. Si ripartirà dunque con le posizioni della qualifica, con Sainz davanti a Verstappen e Leclerc.

Dopo quasi un’ora si ricomincia con la seconda partenza. Stavolta Sainz si difende egregiamente su Verstappen, poi Leclerc e Perez, che però vengono a contatto e proseguono con l’alta anteriore leggermente danneggiata. Il messicano è costretto subito a rientrare al box, ripartendo dall’ultima posizione. Intanto Hamilton si issa al quarto posto, dopo aver superato Norris alla Brooklands.

Al decimo giro Sainz commette un errore nel tratto Maggotts-Becketts, Verstappen è lesto ad approfittarne e si porta al comando. Ma alla Red Bull possono festeggiare soltanto per poco. Il campione del mondo in carica centra fortuitamente un pezzo di carbonio, e rimedia una foratura. Si ferma e riparte dalla sesta posizione, dietro a Norris e Alonso.

A questo punto Leclerc insidia Sainz, chiede la posizione via radio, ma la Ferrari sceglie di non fare ordini di scuderia. Alle loro spalle Hamilton inanella giri record, e inizia a farsi minaccioso. Carlos e Charles si fermano decisamente prima della Mercedes, e si ripropone la situazione già vista in precedenza. Leclerc è decisamente più veloce di Sainz, che a questo punto decide di farlo passare.

LA SAFETY CAR ROVINA LA GARA DI LECLERC

A dieci giri dal termine la gara viene nuovamente stravolta. Ocon si ritira, e causa la Safety Car. Leclerc riparte con le Hard, ma alle sue spalle Sainz, Hamilton e Perez sono tutti con la Soft. Si ricomincia con una piccola Sprint Race. Leclerc dà battaglia, ma la sua ripartenza è un inferno: lo superano Sainz, Perez, Hamilton.

Sainz ha strada libera e va a vincere la prima gara in carriera. Perez e Hamilton completano il podio. Charles stringe i denti e mantiene con grinta il quarto posto davanti ad Alonso e Norris. Chiudono la zona punti Verstappen (in difficoltà dopo la foratura), Schumacher, Vettel e Magnussen.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.