Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, Red Bull è rimasta di sasso….

Al team guidato da Horner, non è andato giù la scelta dei commissari di gara sulla seconda partenza, dopo l’interruzione della gara, in seguito alla carambola iniziale

Anche quest’anno, Silverstone e il GP Gran Bretagna, ci ha regalato un po’ di caos. A Horner non è andata giù la decisione dei commissari, sulla seconda ripartenza

Domenica 03 luglio, siamo sulla griglia di partenza: in pole position per la prima volta, c’era Carlos Sainz sulla Ferrari. In seconda posizione, Max Verstappen su Red Bull, e alle loro spalle, in terza e quarta posizione, Charles Leclerc e Sergio Perez.

Max Verstappen aveva optato di partire con gomme soft, mentre Carlos Sainz era con le medie. Allo spegnimento dei semafori, l’olandese ha uno scatto migliore, riuscendo a superare lo spagnolo e guadagnare la testa della gara, alla curva 1.

Nel mentre, alle loro spalle accade l’imprevisto, un vero e proprio caos. George Russell che partiva in ottava posizione, colpisce la vettura di Guanyu Zhou. L’Alfa Romeo del cinese, si capovolge, innescando una serie di incidenti e scontri tra altre vetture: terribile la scena della vettura del cinese, che a testa in giù e con il roll-bar che toccando l’asfalto, si disintegra e vola verso le barriere, fermandosi tra la rete e le gomme.

Tra le altre vetture coinvolte, la Williams di Alex Albon, colpita da Sebastian Vettel, che porta la monoposto del pilota anglo-tailandese a colpire con il muso, il muro di cemento sul rettilineo dei box.

Il maxi incidente, ha inevitabilmente causato l’interruzione immediata della gara, mentre Max Verstappen era davanti a Carlos Sainz. Ma, dato che in quel momento, non tutti i piloti avevano passato la seconda linea della Safety Car, la direzione gara ha deciso di far ripartire il gran premio, nell’ordine della griglia di partenza iniziale, quindi con Carlos Sainz nuovamente in pole position, e Max Verstappen in seconda posizione.

Horner: “Reclamo inviato”

Una decisione, che ha inevitabilmente lasciato di sasso la Red Bull.

“Abbiamo inviato un reclamo, su questa cosa. Non tutte le vetture, avevano attraversato la seconda riga della Safety Car, da quanto ho capito. L’unico riferimento che avevano, era la linea di partenza, ed è per questo che hanno di deciso di fare in quel modo. È una cosa, sicuramente da rivedere,” ha così dichiarato Christian Horner a GPFans.

Alla seconda ripartenza, dalla griglia di partenza, la situazione è andata diversamente per Max Verstappen. L’olandese ha cambiato le gomme, optando per le medie. Una scelta, che non ha ripagato, con Carlos Sainz che questa volta, riesce a non farsi superare dall’olandese, e prendere il comando della gara.

Successivamente, Verstappen si è lamentato di un danno alla sua macchina, che ha condizionato le prestazioni. Si è scoperto, che un pezzo dell’AlphaTauri di Pierre Gasly, che si è danneggiato e finito per essere preso dalla RB18 dell’olandese.

Max Verstappen, ha concluso il GP Gran Bretagna in settima posizione, perdendo alcuni punti da Sergio Perez e Charles Leclerc nel Campionato Piloti.

Christian Horner, ha raccontato a Sky Sports: “Il danno per noi, nel Campionato Piloti… Checo ha allungato il suo vantaggio nei confronti di Charles Leclerc. E Charles ha guadagnato soltanto sei punti, nei confronti di Max. Nel Campionato Costruttori, abbiamo incassato solo 10 punti, e considerando la giornata che abbiamo avuto, non è così male”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.