Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna: Gli organizzatori vogliono risposte entro maggio

Gli organizzatori del Gran Premio inglese vogliono delle risposte entro il mese di maggio, poiché preferiscono che la data resti invariata

Stuart Pringle, amministratore delegato del Circuito Silverstone, ha spiegato che il circuito stabilisce come limite l’ultima settimana di aprile per sapere se il GP di Gran Bretagna si terrà o meno alla sua data concordata.

Dopo il rinvio di sette Gran Premi e la cancellazione del Gran Premio di Monaco, la F1 lavora contro il tempo per preparare un programma per la stagione 2020, e tutto indica che l’azione inizierà in estate se il coronavirus lo consentirà, ma gli organizzatori del GP di Gran Bretagna vogliono risposte subito.

Tuttavia, i promotori del Gran Premio vogliono garanzie e devono sapere in anticipo cosa accadrà. Il tuo futuro deve essere risolto prima del mese di maggio: “Non è solo una nostra decisione. Non faremo nulla senza un accordo con la Formula 1 e con le sfide del cambiamento di un calendario internazionale“, ha affermato Pringle.

L’appuntamento è previsto nel weekend del 17 e il 19 luglio: “Stiamo cercando di trovare il miglior compromesso, ma 12 settimane è la scadenza per preparare le cose“. L’organizzatore del Circuito britannico ha già espresso la scorsa settimana il desiderio di mantenere la data originariamente fissata nel calendario ufficiale. Tuttavia, l’espansione del coronavirus nel Regno Unito è in aumento.

Il più alto organo di sport motoristici del paese ha cancellato tutti gli eventi fino alla fine di giugno. Inoltre, il Festival di Goodwood che riunisce oltre 200.000 persone ogni anno è stato rinviato. Si sarebbe tenuto una settimana prima del Gran Premio.

Stuart Pringle unisce così le parole dei promotori del GP del Canada. L’appuntamento in Nord America afferma di avere la priorità sul calendario della Formula 1 e fissa anche l’inizio di maggio come termine per risolvere il suo futuro. Per ora, tutti i round che non sono stati rinviati o annullati seguono i loro piani come previsto. Tuttavia,  la situazione globale della pandemia non è migliorata abbastanza da aspettare buone notizie. Potrebbero esserci ben presto annunci in arrivo.

Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button