Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, FP1: azione rimandata al pomeriggio

Una prima sessione di prove libere che non ha potuto regalare alcuno spunto, per questo occorrerà aspettare il pomeriggio

La pioggia precipitata in Gran Bretagna non ha concesso di vedere dell’attività in pista durante le FP1. Perciò tutto rinviato alla seconda sessione di libere

A Silverstone le FP1 del GP di Gran Bretagna si sono svolte sotto il tipico cielo inglese. Una sessione che sarebbe potuta essere piuttosto interessante per i tanti aggiornamenti portati dalle squadre, che fanno di questo appuntamento uno snodo chiave in ottica stagionale. Tuttavia l’acqua non ha concesso chissà che comparazioni.

La pioggia è cominciata a cadere copiosamente fin dai primi minuti delle prime prove libere. Motivo per il quale le monoposto scese in pista lo hanno fatto con la mescola intermedie. Fra queste tra l’altro sono alcune hanno fatto segnare un tempo rilevante, mentre la maggior parte ha percorso solo degli outlap. La prima mezz’ora è stata così priva o quasi di azione, preferendo attendere un miglioramento delle condizioni.

A meno dieci minuti dalla fine qualcuno è tornato a correre cautamente con l’intermedia. Il primo con gomma soft è stato Lewis Hamilton con la W13, poi anche gli altri hanno provato ad emularlo. Le FP1 si sono concluse anticipatamente con la bandiera rossa causata dall’Aston Martin di Lance Stroll, rimasta in ghiaia alla Copse dopo aver perso il posteriore.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.