Formula 1Gran Premio Francia

GP Francia, Ferrari: rimandato il passo gara

Buona giornata per le rosse a Le Castellet, ma il graining spaventa e il passo gara non è ideale: i piloti sono pronti a lavorare per non lasciare scappare Verstappen

Giro secco fenomenale, da lavorare sul passo gara: le prove libere del GP di Francia ci raccontano una Ferrari sicuramente competitiva, tallonata dalla Red Bull che non vuole ripetere quanto successo in Austria

Inizia bene il fine settimana francese per il Cavallino, che termina in testa ad entrambe le sessioni di prove libere. La prima è stata appannaggio di Charles Leclerc, con Sainz terzo mentre lo spagnolo ha fatto segnare il miglior crono delle FP2, seguito a 101 millesimi dal compagno. Sul passo gara sembra migliore la Red Bull, o almeno quella di Verstappen, ma sicuramente la Ferrari sembra poter dire la propria nel GP di Francia. Da ricordare che, al momento, Carlos Sainz partirà con una penalità di 10 posizioni in griglia per cambio di componenti della Power Unit. Non è assolutamente da escludere una partenza dal fondo, visto anche il lavoro svolto dal numero 55 nel pomeriggio, con la Ferrari che smarcherebbe il quarto motore per Carlos.

Sorpresi dal degrado gomme

È stata una giornata positiva: gli aggiornamenti che abbiamo provato sembrano funzionare bene e in macchina mi sono sentito a mio agio, specie nei giri lanciati. I long run sono invece stati meno positivi perché abbiamo sofferto parecchio di graining, anche a causa delle alte temperature, che sono un fattore da tenere sempre presente qui. Dobbiamo guardare i dati con attenzione per capire come possiamo proteggere al meglio le nostre gomme. Considerata la penalità che dovrò scontare, ci concentreremo soprattutto sulla preparazione in vista della gara. C’è il margine per migliorare e continueremo a lavorare sodo per questo”, queste le dichiarazioni di Sainz, che non rivela nulla sulla possibilità di cambiare completamente motore.

Leclerc è più conciso, ma tutto sommato replica le parole del compagno: Le sessioni oggi sono andate piuttosto bene. Il nostro ritmo in configurazione da qualifica è promettente e ora abbiamo bisogno di lavorare di più sul passo gara. La gestione delle gomme sarà la chiave di questo Gran Premio, viste le temperature elevate attese nel weekend, e ho fiducia che per domenica saremo preparati adeguatamente dal momento che sappiamo dove migliorare.”

 

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.