DichiarazioniFormula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna, Verstappen: “Terzo non male, ma…”

Nelle qualifiche a Imola l’olandese della Red Bull ottiene la terza posizione. Domani scatterà dalla seconda fila alle spalle delle Mercedes

Al termine delle qualifiche GP Emilia Romagna Verstappen ottiene il terzo miglior tempo. Domani scatterà dalla seconda fila accanto a Pierre Gasly

Si è da poco concluso le qualifiche del GP Emilia Romagna, tredicesima tappa del mondiale di Formula 1 2020. Dopo 14 anni si torna a Imola e sull’autodromo Enzo e Dino Ferrari confermatosi impegnativo e dove un minimo errore, può fare la differenza ed essere un fattore in più per il risultato. Max Verstappen si qualifica in terza posizione, piazzando la sua Red Bull alle spalle delle Mercedes di Valterri Bottas e Lewis Hamilton.

Non si sono rivelate delle qualifiche facili per Max Verstappen, con un problema al motore nel suo primo tentativo. Fortunatamente i suoi meccanici, sono poi riusciti a dare una sistemata, e permettergli di piazzarsi tra i primi 10 e prendere parte all’ultima manche. E così al termine della Q3, il pilota della Red Bull è riuscito a prendersi la terza posizione con il miglior tempo di 1:14.176. Domani scatterà per l’ennesima volta in questa stagione in seconda fila, alle spalle delle frecce nere, e accanto a Pierre Gasly con l’AlphaTauri.

MAX: “IMOLA È UNA PISTA MOLTO BELLA”

Le prime parole di Max Verstappen subito dopo essere sceso dalla sua Red Bull, al termine delle qualifiche del GP Emilia Romagna, ai microfoni di Johnny Herbert: “Onestamente non è stata una grande qualifica, visto che ho potuto fare soltanto due giri nel Q1 e nel Q2 non ero forse abbastanza pronto”.

“Poi abbiamo avuto quel problema e quella cosa complicata con le gomme medie, che ci ha fatto qualificare ma senza un buon punto di riferimento per il Q3. Abbiamo fatto faticato un pochettino nel primo tentativo in Q3, non avevamo tanta aderenza. Mentre nel secondo è andato un po’ meglio, ma è stato difficile”, ha così spiegato Max.

“Alla fine la terza posizione non è male, ma personalmente mi aspettavo di essere più vicino e di poter lottare un po’ di più con le Mercedes. Però, dopo il Q2 abbiamo perso un pochettino la strada“.

Imola è una pista molto bella, dove poter guidare. Pensavo che fosse un più stretta o anche troppo per queste macchine, ma invece va bene. Mi è piaciuta tanto e spero che domani di poter fare una bella gara qui,” ha poi così concluso il pilota olandese.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.