Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna, Ricciardo: scuse a Sainz in seguito all’errore

Dopo quanto accaduto alla prima curva, il pilota australiano a fine gara si è presentato all’hospitality Ferrari per scusarsi con il collega spagnolo

L’errore di Ricciardo nel GP di Emilia Romagna ha compromesso la gara di Sainz, che porta a casa il secondo zero stagionale di fila. L’australiano ha fatto ammenda e ha porto le scuse allo spagnolo

GP di Emilia Romagna amaro per la Ferrari. Dopo uno stacco frizione non brillantissimo da parte di Carlos Sainz, che gli è costato la posizione da Norris, il ferrarista si è ritrovato alla frenata del Tamburello fianco a fianco con l’altro pilota della McLaren, Ricciardo, che nonostante lo spazio che l’avversario gli aveva correttamente concesso, lo ha colpito alla posteriore sinistra. Un incidente di gara per il quale l’australiano ha porto subito le sue scuse.

Il contatto ha fatto finire il pilota Ferrari nella ghiaia, impedendogli così di poter ripartire, proprio come abbiamo visto succedere in Australia. D’altro canto, Ricciardo è stato capace di rimettersi in pista e poter continuare, seppur con danni, che non gli hanno difatti permesso di recuperare posizioni ed arrivare in zona punti.

“Non è piacevole rovinare la tua giornata, tantomeno quella di un altro pilota”

Nelle dichiarazioni post gara Ricciardo ha riconosciuto fin da subito il suo errore, e si è dimostrato alquanto dispiaciuto. “Alla prima curva avevo l’interno e sono salito sopra il cordolo, il che mi ha fatto perdere grip e scivolare addosso a Sainz“.

E’ un peccato” – ha continuato l’australiano – “perché quando sono arrivato alla staccata mi sembrava di aver tutto sotto controllo, ma chiaramente così non era. Appena vedrò Carlos mi scuserò per l’accaduto“.

Per Sainz si tratta già del secondo zero stagionale, un risultato pesante, soprattutto perché avvenuto nel weekend della gara di casa ed in seguito al fresco rinnovo di contratto. Ad aggravare ancor più la situazione, a causa del suo prematuro ritiro, la Ferrari non ha potuto raccogliere sufficienti dati sul nuovo motore montatogli ad inizio settimana.

Non è certo stata una delle migliori partenze che potevamo fare, anche Charles ha faticato. Dobbiamo analizzare e capire dove abbiamo sbagliato“, ha detto lo spagnolo nelle interviste post-gara. “Partire meglio ci avrebbe sicuramente aiutato, tuttavia quando ho raggiunto la prima chicane mi sembrava di aver concesso il giusto spazio, ma credo che Daniel abbia preso il cordolo, che gli ha fatto perdere l’anteriore e finire addosso a me, lasciandomi bloccato nella ghiaia per la seconda volta di fila“.

Dalle parole di Sainz si è percepita tutta la delusione di non essere riuscito a portare la macchina al traguardo, specialmente dopo aver dimostrato una buona velocità nella Sprint race del sabato. Un weekend amaro da digerire per lui e per tutti i tifosi della rossa, che alla vigilia speravano sicuramente in un esito migliore.

Gabriele Bonciani

Gabriele Bonciani

Fiorentino, laureato in Economia e Turismo, grandissimo amante delle quattro ruote. Mi sono innamorato della Ferrari grazie a Vettel, che mi faceva urlare ed emozionare davanti allo schermo. Poter scrivere del mio sport preferito mi rende orgoglioso e voglio coltivare sempre più questa passione. Nella speranza di tornare a gioire al più presto... #essereFerrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button