Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna, Leclerc: “Poteva essere una pole sicura”

Il pilota monegasco fa ammenda e davanti alle telecamere ammette che l’errore di tenere le stesse gomme sia stato suo

Charles Leclerc fa sognare i tifosi a Imola. In occasione della F1 Sprint del GP di Emilia Romagna, il monegasco scatterà dalla seconda posizione

Una qualifica ricca di colpi di scena. E non solo per la pioggia arrivata nel finale. Charles Leclerc ha cominciato nel migliore dei modi il weekend del GP Emilia Romagna, chiudendo in seconda posizione la qualifica.

Il monegasco, che è stato in testa per gran parte della sessione, proprio quando mancavano nemmeno due minuti si è visto soffiare una “probabile” pole position da parte di Max Verstappen. L’olandese, a differenza del pilota della Ferrari, è riuscito a chiudere il suo giro, sfruttando la bandiera rossa esposta per Bottas.

C’erano parecchie pozzanghere sul tracciato ed è stato molto complicato in particolar modo con le slick – ha raccontato a caldo il pilota della Ferrari – La cosa importante era arrivare nel Q3 dove avremmo dovuto giocarci tutto ma purtroppo ho commesso un errore decisionale tenendo le stesse gomme anche nel finale della sessione. Poi c’è stata la bandiera rossa e la fine dei giochi“.

La bandiera rossa e Norris decidono la qualifica

A causa delle condizioni di pista bagnata, Leclerc negli ultimi due minuti non è riuscito a migliorare il suo tempo. Nonostante ciò, il monegasco scatterà dalla prima fila. Al suo fianco troverà un avversario ostico come Max Verstappen.

Per me è ulteriormente frustrante questa situazione perché ho commesso un errore ma era qualcosa che non potevo prevedere – ha fatto ammenda Leclerc – Forse quella di oggi sarebbe stata una pole sicura ma il risultato che ci portiamo a casa è il secondo posto“.

Se è vero che in occasione della F1 Sprint si assegneranno punti, non si può dimenticare che la gara vera e propria si correrà domenica: “Devo dire che è stato molto bello vedere tutto quel rosso in tribuna, però non posso nascondere la mia delusione. Partire dalla seconda posizione non è malaccio. C’è ancora tutto il weekend da disputare e proveremo a fare del nostro meglio“, ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio