Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna, FP2: batte un colpo la Mercedes

Il resoconto delle FP2 del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna, ultimo appuntamento prima della Sprint Race nel pomeriggio

Format inedito per questo week-end di gara, con la seconda sessione di prove libere spostata al sabato mattina

Il sabato di Imola comincia con una novità importantissima: rispetto alla giornata piovosa di ieri il meteo è completamente diverso. Splende il sole sul circuito del Santerno, con i team che quindi potranno finalmente provare le vetture con pista asciutta. FP2 che diventano dunque cruciali, perchè rappresentano la prima e ultima opportunità per familiarizzare con le condizioni che vedremo nel resto del week-end.

A qualifiche già disputate, il lavoro si è spostato sulla preparazione del long run. Visto il format del week-end, risulta complicato fare valutazioni molto precise. Red Bull e Alpha Tauri, ad esempio, hanno girato con gomma Soft in vista della Sprint Race del pomeriggio. La Ferrari, invece, ha preferito scendere in pista carica di benzina pensando già alla gara della domenica.

Qualche segnale incoraggiante è comunque arrivato dalla Mercedes, che in queste condizioni sembra aver ritrovato un briciolo di competitività. La miglior prestazione è andata a Russell con Hamilton quarto poco distante. La W13 questo pomeriggio sarà chiamata ad una difficile rimonta, per tentare di recuperare almeno qualche posizione. Il team di Toto Wolff ha infatti mancato l’accesso in Q3 con entrambe le monoposto per la prima volta da Suzuka 2012. Una situazione davvero difficile da comprendere.

PROBLEMI PER LE MCLAREN

Tempi da prendere con le pinze, perchè parliamo pur sempre di prove libere. E molti team avranno sfruttato l’occasione anche per provare qualche aggiornamento. Sul passo gara ha impressionato la Red Bull (Perez 2°, Verstappen 7°), che ha girato con tempi velocissimi su gomma gialla.

Resta nascosta la Ferrari (Leclerc 3°, Sainz 6°), che soltanto sul finale ha risalito la graduatoria. Lo spagnolo, dopo il rinnovo del contratto, è finito nell’occhio del ciclone dopo l’errore che ne ha compromesso le qualifiche. Carlos scatterà dalla decima posizione, e proverà ad infiammare il pubblico di Imola per iniziare l’operazione riscatto.

Sessione molto sfortunata per McLaren, che nelle qualifiche di ieri era riuscita a strappare degli ottimi tempi. Ricciardo non è proprio sceso in pista, con i meccanici di Woking che hanno smontato la Power Unit. Non è andata meglio a Norris, che dopo qualche installation lap è rientrato mestamente ai box dopo un problema all’impianto frenante. FP3 da dimenticare anche per Valtteri Bottas, bloccato da un problema al cambio.

 

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio