Formula 1Gran Premio Eifel

GP Eifel, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

Tutto è pronto per una nuova sfida della stagione 2020 sul circuito del Nürburgring. Qui gli orari tv, Pirelli e le previsioni meteo

GP Eifel 2020, round 11. La Formula 1 riabbraccia il Nürburgring dopo 7 anni di assenza nel calendario agonistico. Nell’attesa ecco l’anteprima

GP Eifel, anteprima. Salutato il mese di settembre, la Formula 1 si appresta ad affrontare un altro mese ricco di appuntamenti agonistici di questo campionato del mondo 2020. Nel weekend dal 09 all’11 ottobre si correrà al Nürburgring in Germania, con il nome di Gran Premio dell’Eifel.

Si tratta di un ritorno al Nürburgring dopo 7 anni di assenza dal calendario agonistico e anche in Germania, in seguito alle modifiche apportate per poter disputare questa stagione, causa emergenza sanitaria legata al Covid-19. L’ultima volta che si è corso su questo tracciato, è stato nel 2013 con la vittoria di Sebastian Vettel e la sua Red Bull.

Dopo un weekend di pausa, team, piloti e addetti ai lavori sono nuovamente in viaggio per affrontare un nuovo appuntamento agonistico di questa stagione. Un campionato che vede la Mercedes dominante e favorita alla conquista del nuovo titolo iridato, insieme a Lewis Hamilton. Tuttavia, non sono mancati colpi di scena, sorprese in gara. Sicuramente sarà così fino all’ultima gara.

La Mercedes affronterà la tappa del Nürburgring, circuito di casa e di fronte al pubblico tedesco, con la voglia di continuare la sua cavalcata vincente verso la nuova corona iridata. Lewis Hamilton dopo essersi messo alle spalle la delusione, la rabbia per quanto accaduto al GP Russia a Sochi, si prepara a questa nuova sfida, con la voglia di riscattarsi e tornare a vincere. Chissà se proprio qui, riuscirà a ottenere la sua 91° vittoria della carriera in Formula 1 ed eguagliare il record appartenuto a Michael Schumacher? Dopo la ritrovata vittoria a Sochi, Valtteri Bottas sicuramente vorrà ripetersi e difendere il ritrovato secondo posto in classifica.

GP Eifel anteprima
Credits: Red Bull press area

Reduce da una serie di gare sfortunate e non brillanti, come ci si aspettava, la Red Bull si prepara a questa nuova sfida con la voglia di riscatto e di tornare sul gradino più alto del podio. Max Verstappen scalpita dopo un periodo negativo, tra ritiri e problemi di affidabilità sulla sua monoposto, così come Alex Albon galvanizzato dal suo primo podio in Formula 1 ottenuto a Sochi. La posta in gioco per il pilota anglo-tailandese è alto, visto che sta lottando per tenersi stretto il sedile per il prossimo anno.

Chi invece dovrà dare il tutto e per tutto per questo weekend, è la Scuderia Ferrari che sta affrontando una stagione priva di risultati e soddisfazioni, con una monoposto non competitiva e lontana dalla lotta per le prime posizioni e quindi la vittoria. Il team di Maranello porterà degli aggiornamenti per questo weekend, e si spera che questi possano funzionare e permettere di ottenere dei risultati migliori. Sebastian Vettel si appresta ad affrontare questo weekend di gara a casa e di fronte al pubblico tedesco per l’ultima volta alla guida della Rossa. Nonostante tutto, chissà se il pluricampione del mondo riuscirà a ottenere un buon risultato. D’altro canto, anche Charles Leclerc spera di poter far il meglio possibile.

Storicamente il Nürburgring ci ha spesso regalato molte sorprese e colpi di scena, anche dal punto di vista meteorologico. Quindi non ci resta che seguire il weekend del GP Eifel, con la gara che scatterà domenica alle 14:10.

NÜRBURGRING GP-STRECKE

Il Nürburgring è un complesso di circuiti realizzato per ospitare competizioni automobilistiche e motociclistiche, che si snoda attorno al Castello di Nürburg in Germania. Si trova a 90 km da Colonia e 60 km da Coblenza.

Ha ospitato ben quattro edizioni del GP di Germania (nel 1985, 2009, 2011 e 2013) e dodici del GP d’Europa di Formula 1 (nel 1984, 1995, 1996 e dal 1999 al 2007). Ora dopo ben 7 anni di assenza torna ad ospitare in via eccezionale la Formula 1 con la prima edizione del GP Eifel. È stato deciso di chiamare così questo gran premio, come l’altopiano su cui sorge l’impianto a cavallo del confine tra Renania-Palatinato e Renania Settentrionale-Vestfalia, a pochi chilometri dal confine con Belgio e Lussemburgo.

Fino al 1976 era il Nordschleife, ovvero il vecchio e il più celebre circuito del complesso del Nürburgring che ospitava la Formula 1 e il GP di Germania. Ma dopo il terribile incidente occorso a Niki Lauda il 1° agosto 1976, i piloti sono riusciti a far escludere questo circuito dal calendario agonistico, in quanto ritenuto pericoloso. Ma i gestori del circuito volevano continuare a ospitare la Formula 1, decidendo di costruire una pista più moderna e corta.

E così dopo molte proposte e problemi finanziari, nel 1984 in occasione del GP di Germania (vinta da Alain Prost) fu inaugurato il nuovo tracciato costruito nella zona dove un tempo sorgeva la Südschleife , chiamato anche GP-Strecke o Nuovo Nürburgring. Si tratta di un tracciato veloce e guidato, che ricorda il tortuoso Nordschleife, ma meno spettacolare e con un’infrastruttura più moderna, funzionale.

Il tracciato oggi misura 5.148 metri, ed è molto amato dai piloti e dagli appassionati. È caratterizzata da 17 curve di cui 10 a destra, alcune delle quali di media velocità e lunghi rettilinei, motivo per cui è necessario un carico aerodinamico medio. Inoltre sono presenti molti saliscendi e questo complicherà i piloti in fase di staccata, soprattutto in caso di pioggia. L‘impianto frenante sarà messo a dura prova, specialmente alla prima curva dove i piloti arrivano a 338 km/h e dovranno azionare i freni per 2,32 secondi arrivando a percorrere 118 metri per scendere a 111 km/h. In questo punto la curva è in discesa, stretta e difficile. Si prosegue sempre in discesa fino alla curva 8, quando si risale fino alla curva 12. Da qui di nuovo in discesa fino alla semicurva 13, dove sarà possibile azionare il DRS. Altra risalita fino alla chicane che porta all’ultima curva dove in passato è stato spesso teatro di sorpassi spettacolari, prima di affrontare il rettilineo del traguardo dove anche qui sarà possibile azionare il DRS.

PIRELLI: C2, C3, C4

Per il weekend del GP Eifel, Pirelli ha nominato le tre mescole più morbide della gamma, ovvero C2 (white hard), C3 (yellow medium) e C4 (red soft).

Sono trascorsi 7 anni dall’ultima  gara su questa pista, per questo motivo il suo ritorno in campionato è considerato quasi come un esordio, considerando che la Formula 1 torna con monoposto completamente diverse. Benché molti team e piloti, hanno qualche ricordo e riferimento delle ultime volte che si è corso qui, le prove libere saranno fondamentali per raccogliere il maggior numero di dati. In passato si è corso al Nürburgring pressoché in estate (luglio/agosto), e per questa stagione si svolgerà in autunno e con un clima diverso. Pirelli ha scelto queste tre mescole anche per le caratteristiche del tracciato, che non tende ad essere particolarmente impegnativo per i pneumatici.

Altra incognita è rappresentata dal meteo, visto il periodo dell’anno e per il fatto che qui piove con frequenza durante l’anno, rendendo la pista sporca, scivolosa e non gommata. Per questo con molta probabilità vedremo in pista anche i pneumatici da bagnato Cinturato.

CHE TEMPO FARA’?

La Formula 1 torna in Germania e al Nürburgring e in via eccezionale la tappa è stata collocata a ottobre. In questo periodo dell’anno, solitamente fa molto freddo e con una buona probabilità di pioggia.

Secondo l’ultimo bollettino meteo per questo anteprima, il weekend del GP Eifel 2020 sarà con ogni probabilità condizionata dalla pioggia e basse temperature. La giornata di venerdì sarà meno fredda, con temperature previste dai 12 ai 14°C per le prove libere 1 e tra i 13 e 15°C per le prove libere 2, con il 40% di probabilità di pioggia in entrambe le sessioni (più debole nel pomeriggio). Il vento sarà atteso con una velocità media di 13 km/h con raffiche sui 19 km/h al mattino e di 33 km/h nel pomeriggio.

Per quanto riguarda la giornata di sabato, il cielo si presenterà nuvoloso con temperatura di circa 10°C e 40% di probabilità di pioggia e vento intorno a 26 km/h in occasione delle prove libere 3. Probabilità di pioggia che aumenta per le qualifiche, e con clima più freddo (8°C). Domenica alle 14:10 la gara prenderà il via con il cielo coperto e pista asciutta. Tuttavia sarà fondamentale tenere sotto controllo i monitor e il cielo, con la possibilità di pioggia attesa per le ore 15:00. Vento più calmo rispetto alle prime due giornate, mentre le temperature attese tra i 6 e 10°C.

ORARI TV

Dopo un fine settimana di relax, la Formula 1 torna con la 11° prova della stagione 2020. Si torna sul circuito del Nürburgring con il GP Eifel. Si inizia venerdì con le prove libere 1 e 2, per poi proseguire con la giornata di sabato con la terza sessione di prove libere e le qualifiche, durante le quali scopriremo chi sarà il poleman. Poi, il gran premio che scatterà domenica, quando in Italia saranno le 14:10.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta ed esclusiva da Sky Sport F1 HD, mentre TV8 trasmetterà in differita soltanto qualifiche e gara. Torna come di consueto il Live streaming di F1world che vi racconterà giro per giro il gran premio.

Qui in anteprima gli orari italiani del GP Eifel 2020:

Venerdì 09 ottobre 2020 

ore 11:00-12:30: Prove Libere 1 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

ore 15:00-16:30: Prove Libere 2 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

Sabato 10 ottobre 2020

ore 12:00-13:00: Prove Libere 3 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

dalle 15:00 alle 16:00: Qualifiche (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle ore 18:00)

Domenica 11 ottobre 2020

dalle 14:10: Gara (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle ore 18:00)

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.