DichiarazioniFormula 1

Vettel: “Avrei potuto evitare qualche scontro interno”

Nel podcast Beyond The Grid il tedesco si è raccontato in maniera aperta e sincera come nel suo stile

Nessun rimpianto, ma alcune cose sarebbero potute andare diversamente. Si potrebbe riassumere la lunga intervista rilasciata dal quattro volte iridato

La relazione tra Sebastian Vettel e la Ferrari è ai titoli di coda. Ormai è il tempo dei saluti, del resoconto di sei anni intensi, ricchi di gioie ma anche di tanti dolori. Nel podcast ‘Beyond the grid’ si è raccontato, dicendo di non avere rimpianti del periodo in Rosso, ma riconoscendo che magari si sarebbe potuto risparmiare qualche scontro.

“Non credo che avrò rimpianti quando guarderò indietro. Ci sono cose che avrei dovuto fare meglio, situazioni che avrei potuto gestire meglio, battaglie che non avrei dovuto affrontare. Ma penso che tutto quello che è successo mi ha portato dove sono qui oggi”, ha rivelato nel famoso podcast.

Vettel ha specificato che per battaglie non intendeva quelle in pista, bensì quelle ‘segrete’ che si svolgono tra gli uffici di Maranello. “In questo caso non parlo di cose che accadono in pista. Molte persone pensano che uno dei miei colpi più duri sia stato quando ho perso la macchina ad Hockenheim in condizioni miste, ma non sto parlando di questo tipo di problemi. Stavolta mi riferisco a cose accadute fuori dal circuito”, ha confessato il pilota tedesco.

“Forse, se guardo indietro, quelle discussioni non ne valevano la pena. Ma è nella mia natura, sentivo che era normale farlo e penso di essere stato in parte anche giusto in quei piccoli litigi. Ripeto, l’importante è che non abbia alcun sentimento di rimpianto, sono felice di andare avanti”, ha continuato Vettel.

SENZA MONDIALE OBIETTIVO FALLITO

Da ragazzo lucido e intelligente qual è, Sebastian non rinnega alcuni errori commessi in macchina e conun velo di malinconia ammette di non esser riuscito a realizzare il suo sogno, quello di vincere con la Rossa. “È vero che ho fallito perché mi ero prefissato l’obiettivo di vincere un mondiale con la Ferrari. Ho fallito, non sono riuscito a farlo, se sono coerente devo ammettere che ho fallito. C’erano ragioni? Forse, ma non le accetterò come scuse”, ha aggiunto il tedesco in chiusura.

Da quando è arrivata l’ufficialità del divorzio tra Seb e la Ferrari, il sospetto che ci fosse qualcosa di non detto e di non inerente solo ai risultati in pista era forte. Con queste nuove dichiarazioni, il sospetto si avvicina a una certezza…

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.