DichiarazioniFormula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain, Mercedes: “Non siamo felici con il bilanciamento”

Al Sakhir il team Campione del Mondo protagonista in questa prima giornata dedicata alle prove libere. Le dichiarazioni di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas

Al termine delle due sessioni di prove libere del GP Bahrain, Mercedes hanno concluso in prima e seconda posizione. Le dichiarazioni di Hamilton e Bottas

Si sono da poco concluse le prime due sessioni di prove libere del GP Bahrain, terzultima prova della stagione 2020. Nonostante i titoli iridati piloti e costruttori già conquistati nelle ultime due gare e quindi già in bacheca, la Mercedes e Lewis Hamilton sembrano non voler mettersi da parte. Anzi in entrambe le sessioni il super binomio di questo campionato si sono imposti, ottenendo il miglior tempo e la prima posizione in classifica.

Sul circuito del Sakhir, la prima sessione è stata caratterizzata dal lavoro sulle gomme sperimentali della Pirelli in previsione 2021, e da qualche goccia di pioggia scesa nel finale. Quasi tutti i team non hanno potuto raccogliere indicazioni utili per il prosieguo del fine settimana, visto che anche le condizioni ambientali sono diverse. Al termine della sessione, è Lewis Hamilton ad aver ottenuto la miglior posizione, seguito da Valtteri Bottas con l’altra Mercedes e da Sergio Perez con la Racing Point. Tra il campione inglese e il finlandese c’è un gap di quattro decimi abbondanti.

Nel pomeriggio si sono disputate la seconda sessione di prove libere, sotto la luce dei riflettori. Rispetto a questa mattina, piloti e team hanno potuto lavorare di più in vista del weekend, anche se la stessa sessione è stata condizionata da due episodi che hanno spinto i commissari a sospendere ed esporre la bandiera rossa: la presenza di un cane libero in pista e un incidente con protagonista Alex Albon. Tuttavia, anche in questa sessione il più veloce è stato Lewis Hamilton con gomma rossa, che si piazza in prima posizione. Alle sue spalle Valtteri Bottas e Max Verstappen.

HAMILTON: “SEMBRAVA UNA GIORNATA DI TEST”

Le prime parole di Lewis Hamilton su questa prima giornata del GP Bahrain: “È stato fantastico tornare in pista, adoro guidare questa macchina. Oggi sembrava che fosse una giornata di test, dato che non abbiamo potuto svolgere molti giri da qualifica. Abbiamo invece lavorato sulle gomme del prossimo anno“.

Questa pista fa lavorare le gomme in modo completamente differente rispetto alla Turchia, ed è differente tra giorno e notte. Invece di fare un giro veloce per cercare di mandare in temperature le gomme, si cerca di andare piano nel giro d’uscita per non scaldarle troppo ed evitare che si possano surriscaldare,” ha così spiegato il neo 7 volte campione del mondo.

In conclusione: Non ero completamente felice per quanto riguarda il bilanciamento della macchina, ma credo che tutti si trovano nella stessa posizione, dato che la pista era piuttosto scivolosa e sporca. Abbiamo sicuramente del lavoro da fare questa sera, e provare a migliorarci in vista di domani”.

BOTTAS: “LA PRINCIPALE SFIDA È IL SURRISCALDAMENTO DELLE GOMME”

Anche Valtteri Bottas ha rilasciato le prime dichiarazioni, al termine di queste due sessioni di prove libere del GP Bahrain: La nostra giornata è andata complessivamente bene, considerando la nostra prestazione e il feeling con la macchina. È stata una bella sfida nella prima sessione e mi aspetto che possa essere uguale domani, in quanto le temperature della pista sono molto alte a quell’ora e c’è più vento”.

“Entrambe le sessioni sono state leggermente caotiche con il traffico e alcuni piccoli errori commessi qua e là. Tuttavia non sono molto felice con il bilanciamento, avremo del lavoro da fare per risolvere. È difficile da dire dove siamo al livello di competitività dato che abbiamo svolto un programma diverso, così come per tutti, avendo focalizzato il lavoro sulle nuove gomme Pirelli”, ha poi aggiunto il finlandese.

“Penso che Red Bull siano competitive, visto che sono andate molto bene nelle prove libere 2. La principale sfida in Bahrain riguarda il surriscaldamento delle gomme, qualcosa che non ci è capitato in alcune gare. Per questo motivo, dobbiamo adottare un differente stile di guida. Quindi abbiamo molte cose che dobbiamo imparare a partire da oggi,” ha così aggiunto prima di concludere il pilota della Mercedes.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.