Formula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain, FP3: Max Verstappen è ancora il più veloce

L’olandese ha terminato come primo l’ultima sessione di prove libere. Top 3 che si chiude con Lewis Hamilton e Pierre Gasly

Le FP3 sono state ancora guidate dall’olandese, che è riuscito a rifilare alla Mercedes più veloce più di sette decimi. Incognita la Ferrari che invece non ha simulato la qualifica con la gomma più morbida

Alle 13.00, ora italiana, sono andate in scena le ultime prove libere del GP del Bahrain. La giornata si apre con la notizia che AlphaTauri ha dovuto violare il coprifuoco per lavorare sulla power unit montata sulla monoposto di Yuki Tsunoda a causa di un’anomalia di alcuni dati. Dopo un venerdì dominato nelle classifiche dalla Red Bull di Max Verstappen, queste FP3 sono iniziate con la zampata dell’olandese.

Il primo weekend di gara della stagione per il team austriaco è iniziato con molte aspettative. I test ci avevano fatto auspicare a una Red Bull subito in palla, che potesse lottare fin da subito con le Mercedes. Le FP1 e le FP2 avevano confermato queste previsioni, mentre le frecce d’argento sembravano aver faticato maggiormente soprattutto guardando al passo gara di Valtteri Bottas. Le terze prove libere sono state più o meno in linea con quanto visto ieri.

LA CRONACA

Ci si aspettava di vedere subito le vetture in pista vista la riduzione del tempo a disposizione al venerdì, ma in realtà non è stato così. Il primo è stato il finlandese sulla sua W12, seguito poi dagli altri. Non tutti sono scesi subito per fare una simulazione con la gomma soft, i due Ferrari e i due Red Bull ad esempio lo hanno fatto con la hard. Particolarmente interessante è stato vedere come Verstappen nel primo tentativo abbia rifilato a Lewis Hamilton quasi tre decimi con due mescole di svantaggio (hard VS soft).

Il secondo stint sia di Charles Leclerc che di Carlos Sainz è stato invece con le gialle. Lo spagnolo, al contrario del monegasco, è sembrato più a suo agio in un tracciato caratterizzato dalle alte temperature. Da notare come a differenza degli altri, i due piloti della Scuderia non abbiano mai montato le gomme più morbide, non simulando quindi, in maniera più attendibile, la qualifica.

Il momento dellaverità” è stato, al solito, alla fine della sessione quando anche Max Verstappen e Sergio Perez hanno montato la rossa. Con il messicano che al termine del suo giro si è messo dietro alla Mercedes di Bottas per poco più di mezzo decimo. E con l’olandese capace invece di portarsi in prima posizione. Ma non solo. È stato capace di staccare il sette volte campione del mondo per più di sette decimi.

Abbastanza deludenti le prestazioni di Aston Martin e Alpine. E così anche McLaren che in queste FP3 non è stata buona come nella giornata di ieri. Al contrario molto bene si sono mostrate sia l’AlphaTauri, che con Pierre Gasly si è portata in terza posizione (a un secondo dal tempo di Verstappen), che l’Alfa Romeo, con Raikkonen settimo.

Ultime posizioni riservate ai piloti della Haas e della Williams. Sentore è che saranno questi i due team che lotteranno per non ritrovarsi ultimi. Finita questa sessione, la prossima volta che le monoposto torneranno a correre sarà per le prime qualifiche della stagione 2021. Ora si comincia a fare davvero sul serio.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.