Formula 1Gran Premio Azerbaijan

GP Azerbaijan, Leclerc: “Gran giro, non mi aspettavo la Pole!”

Le dichiarazioni di Charles Leclerc dopo la sesta Pole Position stagionale, la quindicesima in carriera

Leclerc trova ancora una volta la zampata in Q3, artigliando una Pole Position sorprendente visti i pronostici della vigilia

Il bis è servito. Charles Leclerc ripete la prestazione del 2021 e scatterà ancora una volta davanti a tutti nel Gran Premio dell’Azerbaijan. Il monegasco della Ferrari, nel giro decisivo, ha mostrato ancora una volta tutta la sua qualità. La sua zampata ribalta i pronostici che vedevano una Red Bull favorita sul circuito di Baku, con Perez e Verstappen costretti ad accontentarsi della seconda e terza posizione.

“Il giro mi è sembrato molto bello. Tutte le Pole sono speciali, ma questa non me l’aspettavo. La Red Bull era favorita. E vedendo quanto era veloce dopo Q1 e Q2 me li aspettavo davanti. Faticavo a credere di poterli battere. Ma alla fine sono riuscito a mettere tutto insieme e a fare un bel giro. Sono molto contento. Questo risultato ci fa guardare con tanto entusiasmo alla gara di domani, che sarà molto equilibrata e difficile. Ovviamente sarà fondamentale gestire bene le gomme. A livello di passo gara siamo cresciuti da quando abbiamo portato gli aggiornamenti. Quindi siamo fiduciosi”, ha commentato il poleman ai microfoni di Johnny Herbert.

Adesso bisogna concentrarsi sulla domenica. In casa Red Bull hanno molta fiducia sul passo gara della RB18, con Verstappen e Perez che cercheranno di insidiare la Rossa numero 16 fin dalle prime battute. Ma Leclerc ha bisogno di tornare alla vittoria per dare nuova linfa ad una lotta iridata che per colpe non sue si è arenata prima a Barcellona e poi a Montecarlo.

Della partita sarà anche l’altra Ferrari di Carlos Sainz, in testa dopo il primo run, che non è riuscito a migliorarsi nell’ultimo tentativo. Lo spagnolo ha pagato a caro prezzo qualche sbavatura di troppo nel T1. Ma domani avrà le sue possibilità. Sarà una gara molto incerta ed equilibrata, con un circuito che non perdona gli errori, e quattro piloti che hanno concrete possibilità di andare a trovare la vittoria.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.