Formula 1Gran Premio Azerbaijan

GP Azerbaijan: a Baku Perez mette a tacere Verstappen

Le dichiarazioni di Sergio Perez, al termine di un’ottima qualifica che gli ha assicurato la seconda posizione

Il vincitore dello scorso Gran Premio a Baku e dell’ultimo appuntamento di questo Mondiale: Perez si presenta come il favorito Red Bull per questo weekend

Al termine delle qualifiche a Baku, Sergio Perez riesce a conquistare la seconda posizione. Partirà così in prima fila al fianco di Charles Leclerc, e terrà alle sue spalle il suo compagno di squadra, Max Verstappen. Dopo aver ribadito di voler lottare anche lui per il Mondiale, Perez concretizza ancora una volta. Ha infatti dominato ben due sessioni di prove libere, e durante le qualifiche ha mantenuto la testa della classifica per gran parte del tempo.

Il Q3, però, è stato abbastanza complicato. Non solo perché si è cercati di arrivare al limite, sfiorando i vicinissimi muri del circuito di Baku. Ma soprattutto perché Perez ha avuto un problema al motore che non gli ha permesso di avere la massima potenza. “Quando arrivi al Q3 cerchi di dare tutto. Tiri fuori le p*lle, insomma. In alcune situazioni siamo riusciti a sopravvivere, arrivando vicinissimi al muro. Ma non è stata la qualifica ideale“.

Alla fine abbiamo avuto un problemino al motore, non riuscivamo ad accenderlo, e questo significa che c’è mancato qualcosina in termini di potenza. Non so se quello che ci è mancato sarebbe stato sufficiente per la pole, ma sicuramente qualche decimo l’abbiamo perso. Penso comunque che Leclerc abbia fatto un ottimo giro“. Riguardo la lotta concitata di domani a Baku tra i primi quattro piloti, Perez afferma: “Domani la gara sarà molto lunga. Dobbiamo semplicemente fare in modo di essere lì e lottare. In qualunque momento si può commettere un errore qui, quindi bisogna stare attenti“.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button