Formula 1Gran Premio Austria

GP Austria: Toto, per una volta, dalla parte di Max

Wolff non comprende le sanzioni FIA dopo quella che reputa un normale duello

Toto dalla parte di Max

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, si è espresso in merito al contatto tra Lando Norris e Verstappen durante il GP d’Austria. Toto ritiene che sia stato un duello corretto e non capisce il modo d’agire della FIA, né la successiva sanzione. L’austriaco ha difeso l’attuale leader della Coppa del Mondo ed esclude che sia nella stessa posizione di tre anni fa.

Nonostante la gara di Silverstone sia già dietro l’angolo, il contatto tra Norris e Verstappen “continua” dall’Austria. Il risultato finale della gara è stato deciso quando mancavano solo una manciata di giri alla fine dell’evento, e si è conclusa con il britannico fuori combattimento. Il pilota della Red Bull ha concluso con un buon quinto posto e ha salvato la situazione, nonostante la penalità di dieci secondi.

La McLaren, a gara finita, non ha potuto fare a meno di essere critica nei confronti dell’olandese. Non hanno capito l’azione, nemmeno Norris, e anche Andrea Stella è arrivata a sottolineare che non volevano che la lotta del 2021 si ripetesse. Ma Wolff non la vede allo stesso modo. L’austriaco non capisce la correlazione che può esserci tra i due eventi, e ha affermato che ora le cose sono molto diverse. Quindi non vede somiglianze con quanto accaduto qualche anno fa.

Toto: “Non credo che si possa trarre questa conclusione”

“È passato così tanto tempo”, ha detto. “Da parte nostra, oggi siamo in una situazione diversa, e penso che lo sia anche lui”, ha sottolineato. “Ci vogliono due persone per ballare il tango. Non ho visto la gara, a dire il vero, non ho visto la gara di Lando e Max. Non ho visto come sia successo tutto ciò” ha aggiunto.

In ogni caso vuole aspettare proprio per vedere con i propri occhi cosa è successo e poi giudicare. Esclude già che il litigio passato abbia qualcosa a che fare con tutto ciò.

Ho bisogno di vedere la situazione prima di esprimere un’opinione, ma non vedrei quello che è successo nel 2024 come una conseguenza importante del fatto che il 2021 non è stato gestito bene”, ha avvertito.

“Non penso che abbiano una correlazione”, ha aggiunto.
Tuttavia, la Mercedes è stata la grande beneficiaria di questa situazione. George Russell, che fino ad allora era terzo, si è portato in prima posizione. Una sorta di ‘fortuna’ che non sarebbe stata possibile se la W15 non fosse migliorata come ha fatto dall’inizio della stagione.

“Abbiamo cercato tutti di essere razionali, puntavamo alla terza posizione” ha detto Wolff. “Ecco il ritmo della macchina e quello che George è riuscito a ottenere è stato un risultato solido ha concluso.
“Vedi questi due davanti che si danno battaglia a vicenda. Sappiamo che sono ottimi amici ed è stato divertente vederli, è così che l’ho percepito in quel momento” ha analizzato nuovamente.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio