Formula 1Gran Premio Austria

GP Austria: l’ordine di arrivo

Vince ancora una volta Verstappen, che ottiene così il suo primo Grand Chelem. Alle sue spalle un ottimo Bottas e un grandissimo Norris, votato come miglior pilota di giornata

Stesso circuito, stesso epilogo, Verstappen vince il Gran Premio d’Austria con un distacco di quasi 18 secondi da Bottas. Sul podio, insieme a loro, Norris

Nella battaglia per il titolo iridato, Verstappen ha nuovamente la meglio su Hamilton, costretto fuori dal podio per dei problemi al fondo, che giunge dunque alla bandiera a scacchi in quarta posizione. Secondo Bottas e terzo Norris, votato come miglior pilota di giornata e complimentato dal campione del mondo, suo connazionale, a seguito di una bella lotta tra i due durante le prime battute di gara.

Si conta un solo ritiro durante il GP odierno, quello di Esteban Ocon nel corso del primo giro, schiacciato a sandwich da una Haas e un’Alfa Romeo. L’incidente ha costretto la direzione di gara a mandare in pista la Safety Car per alcuni giri. Non si tratta però dell’unico contatto del Gran Premio: durante l’ultimo giro, in lotta per la dodicesima posizione, collidono anche i due ex compagni di squadra Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, con il tedesco che termina la sua gara nella ghiaia. Si classificano dunque rispettivamente diciassettesimo e sedicesimo.

Quinta posizione per Sainz mentre il suo compagno di scuderia, Charles Leclerc, arriva ottavo. Gara rovinatagli da Perez, sesto, che per due volte lo ha forzato fuori dai limiti del tracciato. Ottima anche la prestazione di Ricciardo, superato dallo spagnolo Ferrarista solo nel corso dell’ultimo giro. Chiude la classifica l’altro spagnolo, Alonso, alle spalle di Pierre Gasly. Continua, invece, la maledizione di Russell, che durante i giri di ricognizione ha riscontrato un problema sul retro della vettura e che ha perso diverse posizioni alla partenza. Taglia il traguardo in undicesima piazza, a un soffio dai punti, superato da Alonso negli ultimi giri.

PIOVONO PENALITÀ

Se la grande gara di Lando Norris è stata macchiata da una penalità di 5 secondi a seguito di un contatto con Perez, che gli ha precluso la possibilità di mantenere il secondo posto ottenuto in qualifica, bisogna ricordare come questa sia stata solo una delle tante sanzioni inflitte oggi. Si sono visti infliggere penalità ben 5 piloti: Giovinazzi, Norris, Perez, Tsunoda e Stroll, il giapponese ed il messicano ben due volte. Per tutti la sanzione è stata di 5 secondi. Proprio a causa della doppia penalità, dovuta agli incidenti con Leclerc, Perez si è ritrovato relegato in sesta posizione, a favore di Sainz che lo ha scavalcato. Da segnalare, infine, le bandiere bianco e nere per Mazepin e Raikkonen per aver oltrepassato i track limits.

L’ORDINE DI ARRIVO DEL GP DI AUSTRIA

  1. Max Verstappen
  2. Valtteri Bottas
  3. Lando Norris
  4. Lewis Hamilton
  5. Carlos Sainz
  6. Sergio Perez
  7. Daniel Ricciardo
  8. Charles Leclerc
  9. Pierre Gasly
  10. Fernando Alonso
  11. George Russell
  12. Yuki Tsunoda
  13. Lance Stroll
  14. Antonio Giovinazzi
  15. Nicholas Latifi
  16. Kimi Raikkonen
  17. Sebastian Vettel
  18. Mick Schumacher
  19. Nikita Mazepin

Ritirato: Esteban Ocon

Carlotta Ramaciotti

Carlotta Ramaciotti

Sono solo una ragazza italiana, qui per condividere il proprio amore per il motorsport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.