Formula 1Gran Premio Australia

GP Australia, FP3: Norris stupisce tutti e si prende la vetta

Chiunque avrebbe puntato su Leclerc, Verstappen o Sainz, ma le carte in tavola vengono rovesciate: è Lando Norris il più veloce dell’ultima sessione di libere all’Albert Park

Sorpresa arancione a Melbourne: è Lando Norris il migliore delle FP3 del GP di Australia

Record di 112mila persone presenti ieri alle prime due prove libere del GP d’Australia, mentre oggi sono andate in scena le FP3. Eliminazione di un punto di DRS, quello di curva 9, per ragioni di sicurezza, spinta la FIA dai piloti, in particolare Fernando Alonso. Inaspettato come pochi il risultato di queste prove: a dominare è la McLaren del numero 4, Lando Norris, dopo due weekend veramente difficili. Leclerc è sempre tra i migliori, facendo segnare il secondo miglior tempo, seguito da Sergio Perez. Verstappen solo settimo, Sainz quinto.

Vettel ancora sfortunato, grande lotta in vetta

Magnussen continua ad essere un po’ debilitato, non fisicamente al top, seppur decisamente in condizioni migliori di ieri. Insieme a lui, che torna subito ai box, escono Zhou, le McLaren e Schumacher. Gli altri aspettano dunque ad andare in pista. Il primo vero giro cronometrato viene fatto registrare da Lando Norris in 1’21″247. Poco più tardi scendono in pista i due Red Bull, insieme a Latifi e Vettel. Il 4 volte campione del mondo fa un solo giro e rientra in pit lane, così come il canadese: i giri lanciati partono per Verstappen e Perez.

Tempo abbastanza alto del numero 1 (1’21″178), così come quello di Checo (1’21″024), ma entrambi stanno montando mescole medie. In ogni caso, superano Norris in classifica. I tempi potrebbero essere così alti sia per condizioni della pista poco favorevoli che per la mancanza della quarta zona DRS. Escono dai box le due Ferrari di Sainz e Leclerc, con il secondo che prova prima il giro lanciato, mentre lo spagnolo lo prepara, portando la rossa in testa.

Tutto ciò dura poco perché Perez gli toglie la miglior prestazione di due decimi e mezzo. Bottas invece super, secondo dietro al messicano per 81 millesimi. La situazione cambia nuovamente in pochi secondi con Sainz che supera tutti, ma Alonso fa scendere ulteriormente il tempo con un 1’20″119. Grande alternanza di piloti in vetta nei primi 20 minuti. Hamilton finisce quasi in barriera in curva 11, salvato dalla ghiaia, mentre contro il muro Vettel ci finisce veramente, costringendo i commissari ad esporre bandiera rossa. Nessun tempo registrato per lui, che ha corso solo le FP1. Questa volta nessun giro di pista sullo scooter, cosa che ieri gli è costata una multa di 5000 euro.

La McLaren coglie tutti di sorpresa

Riparte la sessione alla mezz’ora e scendono quasi tutti in pista immediatamente, eccezion fatta per Mercedes che ha entrambi i piloti ai box. Si lancia il campione del mondo, migliorandosi ma perdendo la macchina alla penultima curva. Sainz a sua volta si stava migliorando nei primi due settori, con un fucsia nel primo, ma il giro è stato rovinato dalla bandiera gialla. Leclerc sale al secondo posto ma la vetta dista pochissimo: un millesimo. Bottas sale in quinta, Norris in terza e Alonso migliora ulteriormente la propria prestazione.

Fucsia nei primi due settori del numero 11 della Red Bull che, nonostante il traffico, si mette a dettare il passo. La Mercedes ancora fuori pista, in curva 3, ma questa volta col giovane Russell. Alonso non molla e riprende la prima posizione, Leclerc secondo a +0.043, ma poco dopo Perez fa scendere il tempo sotto l’1’19″500. Verstappen solo quarto. Da segnalare primo settore migliore di tutti appartenente a Lewis Hamilton. La rossa torna davanti con Sainz, a 39 millesimi dal messicano.

Ultimo quarto d’ora di libere in quel di Melbourne. Inaspettato risveglio di McLaren: pima quarto posto per Ricciardo, poi migliore prestazione di Norris. Tornano in pista tutti per le ultime simulazioni di qualifica, ma gli stravolgimenti sono pochi. Sainz non si migliora, Verstappen lamenta sottosterzo. Alonso è in fiducia e sale secondo, con i due “contendenti” delle prime gare in sesta e settima posizione.

Sbavatura di Verstappen in curva 1, mentre Leclerc sale secondo, ma Norris resiste in cima alla classifica. L’Aston Martin pone fine alla sessione con l’altra vettura rimasta, quella di Stroll, che finisce in barriera: bandiera rossa e sessione che non verrà ripresa.

La classifica

GP Australia FP3 Classifica
Credits: Formula 1 Twitter

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.