DichiarazioniFormula E

Giovinazzi premiato ai Caschi D’Oro: “Guardo alla Formula E con un piede in F1”

Il rookie della Formula E, ed ex pilota Alfa Romeo, è stato premiato durante la cerimonia dei Caschi D’Oro 2021

Nella giornata di sabato 18 dicembre si è svolta nella sede dell’Automobile Club di Milano la cerimonia di premiazione per i Caschi D’Oro 2021, durante la quale è stato premiato anche Antonio Giovinazzi

Antonio Giovinazzi è stato premiato da Autosprint con il premio Caschi D’Oro 2021 a seguito di quella che è stata la sua ultima stagione in Formula 1. Malgrado l’amaro in bocca lasciato dall’Alfa Romeo, il pilota di Martina Franca ha rappresentato egregiamente l’Italia nelle ultime tre stagioni nella massima serie automobilistica, soprattutto negli appuntamenti casalinghi di Monza, Imola e Mugello.

TRA PASSATO E FUTURO

Nonostante l’addio alla Formula 1, l’avventura di Giovinazzi nel motorsport non finirà con il 2021. A partire dalla Season 8 di Formula E sarà un pilota del team Dragon Penske Autosport con il quale ha già disputato i test pre stagionali a Valencia. Come se non bastasse, il suo legame con la Ferrari gli permetterà di mantenere un piede nella massima serie automobilistica, come lo stesso Giovinazzi ha dichiarato ai microfoni di Autosprint a seguito della premiazione:

“La Ferrari è una parte importante della mia carriera, il programma dell’anno prossimo è rimanere con un piede in F1. Ci stiamo lavorando, visto che il mio cuore è della Ferrari e mi sono sempre visto con una tuta con il Cavallino cucito sul petto”. Lo stesso Antonio ha voluto ringraziare la squadra di Maranello che lo ha sostenuto fin dall’inizio della sua carriera dal 2017: “Devo ringraziare anche la famiglia Ferrari, mi ha dato tante opportunità come il primo contratto in F1 nel 2017 e l’esperienza a Le Mans nel 2018”.

UNA NUOVA SFIDA

Infine, l’ex pilota Alfa Romeo ha parlato del suo futuro che lo vedrà al volante di una vettura di Formula E: “Ora ho una nuova sfida, a gennaio inizia la Formula E e non vedo l’ora di iniziare la prima parte di stagione”. Senza scartare l’ipotesi di una presenza dal 2023 nel campionato WEC, classe Hypercar, in forza alla Ferrari: L’Hypercar è un progetto interessante, ma ora voglio solo godermi questo riposo per ricaricarmi, poi vedremo”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button