DichiarazioniFormula 1

Giovinazzi: “Nel 2020 le mie prestazioni sono migliorate”

In questa stagione il pilota italiano ha riconosciuto di aver fatto un passo avanti rispetto a quelle che erano state le sue performance nel 2019, ma non dimentica quanto ancora c’é da imparare per migliorarsi ulteriormente

Con le prestazioni del 2020 Antonio Giovinazzi si è guadagnato la riconferma in Alfa Romeo anche per il prossimo anno, ma per suo stesso dire che ancona molto da imparare

Fra tante novità nel 2021 ci sono anche diverse riconferme. Per il prossimo anno l’Alfa Romeo ha da tempo ribadito la line-up di piloti composta da Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Le sorti dell’italiano però non sono state chiare fino al momento in cui la Ferrari ha deciso di mandare Mick Schumacher in Haas. Certamente le prestazioni avute dal pugliese in questa stagione hanno contribuito a rafforzare la sua posizione. Ciò che infatti ha molto impressionato è stata la partenza. Spesso infatti Antonio si è mostrato capace di evitare guai guadagnando per giunta diverse posizioni, tant’è che è il pilota con il maggior numero di posizioni guadagnate nel corso del primo giro.

UNA BUONA PARTENZA È LA CHIAVE PER UNA GARA MIGLIORE

Penso di aver migliorato parecchio e mi sono sentito più a mio agio con la macchina e con il team. È qualcosa che capita a tutti i giovani in carriera. Nel primo anno sei un po’ nervoso perché è tutto nuovo, mentre ora conoscono meglio le cose. Ovviamente c’è ancora tanto da imparare e da migliorare, ed è quello che voglio fare l’anno prossimo compiendo un ulteriore passo in avanti“, ha esordito Giovinazzi a Motorsport.com.

Analizzando il proprio andamento la domenica nelle sue due stagioni in Formula 1 l’italiano ha detto: “Nel 2019 la gara era stata un po’ il mio punto debole, durante il primo giro non ero mai andato troppo bene. Ritengo invece che nel 2020 abbia fatto molti progressi sotto questo punto di vista. È chiaro che guardare Kimi mi abbia aiutato, anche perché lui è uno dei migliori della griglia“. Per poi concludere con: “Penso che se fai un buon race start e un buon primo giro la gara potrebbe risultare più facile. Guardo video delle partenze e degli onboard degli anni precedenti, non solo della Formula 1 ma anche di altre categorie come la Formula 4“.

 

 

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.