DichiarazioniFormula 1

Gasly: “Serve più equilibrio in Formula 1”

Secondo il pilota francese di Alpha Tauri, il divario tra i top team e il resto della griglia di partenza è ancora troppo ampio

Il regolamento che ha fatto il suo debutto questa stagione in Formula 1 avrebbe dovuto avere, tra gli obiettivi, quello di portare maggiore equilibrio in pista. E non tutti sono contenti dei risultati, come Pierre Gasly

Il pilota di Alpha Tauri non si è dimostrato convinto delle, ormai non più nuove, normative. Al francese è dispiaciuto constatare che, sebbene sia cambiato uno dei contendenti alle posizioni del podio, il divario tra i top team e il resto della griglia di partenza è ancora troppo ampio per parlare di un vero equilibrio in Formula 1.

Gasly deluso da Alpha Tauri?

Dopo essere stato, per tanti versi, uno dei veri protagonisti del 2021, forse Gasly si aspettava una AT03 più competitiva rispetto alla vettura che l’ha preceduta. Anche se la stagione è ancora lunga e il Mondiale di Formula 1 non ha ancora nemmeno giunto al giro di boa, attualmente l’AlphaTauri occupa il settimo posto nel Campionato Mondiale Costruttori. Un risultato al di sotto delle aspettative se si pensa che lo scorso anno, la scuderia capitanata da Franz Tost era in lotta per la quinta posizione.

Dal nuovo regolamento mi aspettavo che i distacchi tra le varie monoposto della griglia si facessero più sottili, che ci fosse più equilibrio in Formula 1. Invece è successo solamente tra i primi – ha raccontato il pilota di Alpha Tauri ai colleghi di RaceFans – Quelli davanti è come se corressero su un altro pianeta“.

I primi saranno davvero irraggiungibili per tutto il 2022?

Nel 2021, Gasly ha chiuso il campionato in nona posizione, con 110 punti. Attualmente, invece, il francese occupa la quattordicesima posizione del Mondiale Piloti con appena 6 punti. E bisogna tenere conto che un terzo della stagione è stato disputato.

L’anno scorso ho vissuto grandi emozioni perché ci sono stati momenti in cui ho potuto battagliare e superare vetture come Mercedes, Red Bull o Ferrari. Anche nel 2021 è come se i primi erano veramente veloci, ma bisogna ammettere che in alcune occasioni non sono stati i primi della classe – ha proseguito il transalpino – Alcune volte si poteva pensare di disturbarli in qualche modo. Quest’anno è impossibile“.

Prima del termine dell’anno, secondo Gasly, sarà impossibile ristabilire un equilibrio in Formula 1. I team che meglio hanno adattato il nuovo regolamento alle caratteristiche della propria monoposto continueranno a essere irraggiungibili nel 2022.

Il desiderio di tutti i piloti è che possano essere più influenti sulle prestazioni, che il peso della macchina non sia faccia così la differenza. Forse l’unico che può impensierire i primi è Bottas. È un po’ triste: perché se l’obiettivo era ridurre il gap, non possiamo dire di avercela fatta. Spero che per i prossimi anni si possa trovare una soluzione“, ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.