DichiarazioniFormula 1Formula 2Formula 3

Formula 1, vuole inserire la F2 e F3 nelle tappe iniziali

La categoria regina nel riprogrammare il proprio calendario agonistico 2020, avrebbe l’idea di inserire anche la F2 e la F3 nei primi weekend di gara.

Lunedì Liberty Media, ha diffuso una bozza del calendario 2020, con la stagione di Formula 1 che sembra più vicina al suo avvio all’inizio di luglio. Un calendario ricco di novità, tra le quali doppie-gare in una stessa tappa. Anche la F2 e la F3 potrebbero trovare il loro spazio nei weekend di gara del Circus

Nel riorganizzare la propria stagione 2020, la Formula 1 è determinata ad inserire i campionati F2 e F3 nei weekend di gara iniziali secondo quanto riporta Trevor Carlin, team manager e proprietario della Carlin Motorsport.

In Europa a quanto pare, a seguito del rallentamento dei contagi, molti paesi stanno allentando le misure di contenimento adottate durante l’emergenza epidemiologica da Coronavirus. Nel frattempo, la Formula 1 continua ad osservare questi movimenti, per cercare di riorganizzare il calendario ed alzare finalmente il sipario sulla stagione 2020, in Austria ad inizio luglio.

Lo scorso lunedì, Chase Carey, patron della Formula 1 ha reso pubblico quella che potrebbe essere il nuovo calendario, con molte tappe in Europa e nel corso dell’estate, per poi proseguire in Asia, America e negli Emirati Arabi.

CARLIN: “INSERIRE LA F2 E F3, SAREBBE FANTASTICO”

Un calendario che nel caso di semaforo verde da parte dei governi locali, sarà caratterizzato da doppie gare in alcune tappe, tra le quali il Red Bull Ring e Silverstone, o addirittura 4 gare da disputarsi in quattro settimane. In alcune di queste tappe, potrebbero trovar spazio anche gare delle categorie minori.

“Quello che ho sentito è che ci saranno due gare al Red Bull Ring e anche a Silverstone c’è questo progetto, inoltre vorrebbero provare ad inserire la F2 e la F3. Credo che sia una fantastica idea se ciò dovesse accadere. Questo è il punto, e ne sono speranzoso,” ha così raccontato Carlin a Reuters.

Carlin, è proprietario della Carlin Motorsport, presente in molti campionati, tra cui IndyCar, FIA F2 e F3, e crede che l’aver esteso la pausa abbia trovato apprezzamento da parte di tutti quest’anno, sperando che possa aiutare a mitigare gli effetti di questo periodo trascorso senza corse.

“Se tutti quanti avessero avuto solo due mesi di pausa, si sarebbero presentati freschi ed impazienti di cominciare. Ma non riesco a capire, le lamentele delle persone all’idea di avere tre weekend di gara di fila,” ha così aggiunto il manager britannico, che in passato ha coltivato giovanissimi talenti come Sebastian Vettel, Nico Rosberg, Daniel Ricciardo e Lando Norris.

CARLIN: “GRANDE DISPIACERE PER I GENITORI DEI PILOTI”

Inoltre, Carlin non si mostra preoccupato all’idea che la Formula 1, potesse correre weekend di gare a porte chiuse, dato che per quanto riguardano le categorie minori, è la copertura televisiva ad esporle maggiormente al pubblico.

“Il più grande dispiacere, potrebbero essere per i genitori che vogliono essere presenti alla gare dei loro figli. Ma lo capiranno. Alla fine, F3 e F2 sono due Campionati itineranti, nei quali l’unico tuo obiettivo finale è la Formula 1. Quindi dal punto di vista di uno sponsor, il resto non è così importante,” ha così spiegato Carlin prima di concludere la sua intervista.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.