2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

Formula 1 | Sirotkin spera in un ritorno in Formula 1 nel 2020

Sirotkin, dopo un 2018 complicato che gli è costato il posto in Williams, spera di tornare al più presto nel circus puntando ad un sedile per il 2020

Topics

In questa stagione fallimentare del team Williams, capace di collezionare solamente 7 punti in un campionato concluso all’ultimo posto, a farne le spese più grosse è stato indubbiamente Sergej Sirotkin, giovane pilota russo al suo primo anno di Formula 1. In un campionato che di positivo a ben poco, Sirotkin è stato il pilota che ha avuto più difficoltà dovute sia alla scarsa competitività della monoposto che all’essere un esordiente in Formula 1. Il salto dalla Formula 2 è un cambiamento radicale sia per lo stile di guida sia per la pressione, e il pacchetto messo a disposizione a Sirotkin ha evidenziato ancora di più i suoi limiti e le sue difficoltà.

Se Lance Stroll, suo compagno durante il 2018, ha trovato il modo di rimanere in Formula 1 accaparrandosi un sedile del team comprato dal padre Lawrence Stroll, per Sirotkin non c’è stato nulla da fare, ed ha dovuto dire addio momentaneamente al circus. Un addio amaro, che Sirotkin non vede però come una sconfitta, pur ammettendo di aver subito un contraccolpo psicologico non da poco. “La notizia del licenziamento è stata molto dura da prendere, è stato per me un anno difficile e complicato, ma mi ha reso più forte e maturo come persona” ha dichiarato Sergej.

Arrivato nella massima categoria passando da tutti i campionati minori, il pilota russo si è messo in luce soprattutto nel 2015 e nel 2016, partecipando al campionato prima di GP2 poi Formula 2, collezionando in due anni due terzi posti nella classifica assoluta arricchiti da 3 vittorie e 13 podi. Prestazioni positive che gli sono valse prima l’ingaggio dalla Renault come pilota di riserva partecipando nel 2016 e nel 2017 a diverse sessioni di prove libere, poi la grande chiamata dalla Williams per partecipare da titolare al campionato del 2018. Un campionato difficile ed un insieme di condizioni che, secondo Sirotkin, non lo hanno fatto rendere al meglio: “E’ evidente il fatto che, per ragioni oggettive, non ho mostrato tutto ciò che avrei potuto mostrare” ha dichiarato il pilota russo in merito alla sua annata in WIlliams.

Le occasioni in Formula 1 sono poche e per pochi, ma Sirotkin è molto deciso e non si da per vinto, puntando ad un sedile per la stagione 2020: “Non voglio arrendermi in alcun modo. Spero davvero che tra un anno tornerò sulla griglia di partenza e dimostrerò che è stata la decisione giusta arrivare alla Formula 1“. I piani e gli obiettivi per il 2019 non sono ancora ben chiari, potrebbe correre qualche gara per Audi nel DTM, ma non si preclude altre strade: “Ora stiamo cercando di raccogliere tutte le opzioni, ma penso che non ci saranno dettagli nelle prossime due settimana, se c’è qualcosa, allora nel migliore dei casi si saprà dopo le vacanze di Capodanno” ha concluso Sirotkin.

Topics
Pubblicità

Andrea Barilaro

Mi chiamo Andrea, ho 21 anni, abito a Milano e sono uno studente universitario. Ho una passione enorme per Formula 1 fin da piccolo, e negli anni questa passione è diventata sempre più grande. Il sogno è quello di far diventare questa passione un lavoro in futuro: ho iniziato a scrivere i primi piccoli articoli già a 10 anni, e col passare del tempo ho sempre dedicato molto tempo a questa passione. Il primo ricordo di Formula 1 che ho risale al gran premio di Monza del 2007, quando andai all'autodromo per la prima volta con mio padre a vedere la gara, e da quel momento non ho più abbandonato questo meraviglioso sport.

Altri articoli interessanti

Back to top button