Dichiarazioni

Formula 1 | Lewis Hamilton: “Non so quanto riuscirò a limitare i danni”

Lewis Hamilton è consapevole che la sua leadership è a rischio, a causa di un imminente sostituzione della power unit, che lo farebbe incorrere in una penalità.

Il pilota inglese della Mercedes, Lewis Hamilton è a conoscenza del fatto che la sua leadership con cui ha concluso l’ultima gara prima della pausa estiva, potrebbe non durare molto. Il primo posto al vertice ha i giorni contati, perché al ritorno dalla pausa estiva, Lewis Hamilton, dovrà quasi sicuramente scontare una penalità per la sostituzione della power unit.

Quindi la posizione odierna che sta detenendo il Campione del Mondo in carica è nettamente a rischio. Il pilota inglese Lewis Hamilton, a causa di un inizio disastroso per quanto riguarda il livello di affidabilità, è infatti arrivato al limite di sostituzioni senza incorrere in penalità per varie componenti. Perciò il Campione del Mondo in carica sarà costretto ad utilizzare una sesta power unit almeno per il Gran Premio di Spa o di Monza come ha anticipato il Team Principal della Mercedes, Toto Wolff.

Secondo alcuni rumour, Lewis Hamilton potrebbe addirittura approfittarne per utilizzare una settima power unit nel medesimo weekend, partendo poi dal fondo della griglia. Un vantaggio del genere, non risulta certo indifferente per l’inseguitore e diretto rivale per il titolo Nico Rosberg che, distante di appena 19 punti, avrebbe un’ottima occasione per ridurre il gap o, addirittura, per riprendersi il primo posto al vertice.

Lewis Hamilton a tal proposito ha dichiarato: “So che ci sarà una gara dove sarò parecchio indietro e non so quanto riuscirò a limitare i danni. Adesso le Red Bull hanno recuperato e sarà difficile passarle, oppure entrare nella top-5. Ne sono consapevole”. L’attuale Campione del Mondo in carica non sente di essere al comando in modo netto, appunto per l’imminente penalità che potrebbe togliergli possibili punti. Infatti Lewis Hamilton ha concluso l’intervista, affermando: “Non è abbastanza perché non ho ancora una gara di vantaggio. Spero di riuscire ad arrivare ad una gara di vantaggio, solo in quel momento mi sentirò davanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button