Gran Premio Spagna

Formula 1| Incidente Hamilton-Rosberg: il comunicato della FIA

Il contatto Hamilton-Rosberg a Barcellona farà certamente discutere per molto, intanto la FIA ha rilasciato un comunicato in cui scagiona entrambi i piloti.

Subito dopo l’incidente che ha coinvolto le due vetture Mercedes alla curva 3 del Montmelò sono arrivate le dichiarazioni di Lauda; il Presidente Non Esecutivo, ha commentato la mossa di Hamilton come “stupida e troppo aggressiva”. Poi ci ha pensato Wolff ha placare gli animi, affermando di “non poter addossare tutta la colpa ad un unico pilota.” e assicurando che la cosa si sarebbe discussa insieme.

Proprio poche ore fa la casa tedesca ha pubblicato con vari tweet dal profilo ufficiale il comunicato  ufficiale redatto dalla FIA in merito al disastro di ieri, il quale recita:

L’incidente preso sotto esame è iniziato quando sulla vettura 6, prima della partenza, è stata azionata una modalità di potenza errata. Questo ha creato una differenza di 17 kilometri orari tra la vettura 6 e la 44 all’uscita della curva 3. A quel punto la vettura 6 ha cercato di difendere la sua posizione (come affermato dall’Art 27.7 del Regolamento Sportivo) spostandosi verso destra. Simultaneamente la vettura 44, più veloce, ha cercato il varco per tentare il sorpasso.
L’Art 27.7 prevede che il pilota davanti debba lasciare spazio in caso ci sia una “porzione significativa” della vettura che si appresta ad eseguire il sorpasso. La vettura 44 si è trovata per una frazione di secondo con una porzione della sua ala nel lato interno della vettura 6. Dopodiché il pilota è stato costretto ad uscire di pista per evitare la collisione e una volta finito sull’erba, ha perso il controllo della sua vettura.
Avendo ascoltato le versioni dei due piloti e del team, i commissari hanno decretato che la convergenza degli eventi non ha portato nessuno dei due piloti ad essere completamente o maggiormente in torto, quindi non saranno intraprese ulteriori azioni.

Questo è ciò che è emerso dall’analisi, secondo i commissari si è trattato di un normale incidente di gara e nessuna penalità verrà imposta per il prossimo gran premio a Monaco, una buona notizia per la Mercedes ma che non ha migliorato l’umore a Brackley.
La Mercedes ha sempre difeso la proprio teoria sulla competitività totale, lasciando i piloti liberi di correre. Tuttavia, oltre all’occasione sprecata, vi sono: i punti persi, i danni sotto l’aspetto economico e ancora una volta la fiducia data ai due piloti non sembra aver portato i suoi frutti.

Intanto il Team Principal Wolff ha dichiarato che sia Hamilton che Rosberg sono coscienti della gravità di quanto successo domenica in gara e sono abbastanza maturi da sapere a cosa andranno incontro in futuro.

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.