20182019Formula 1

Formula 1 | Honda: “Lavorare con due team sarà per noi un grande vantaggio”

La casa giapponese è entusiasta di poter lavorare con Red Bull e Toro Rosso, un’occasione per poter raccogliere maggiori informazioni e dati dentro e fuori dalla pista

Topics

Dopo il passaggio della Toro Rosso al motore Honda, il 2019 sarà anche il primo anno della collaborazione tra la casa giapponese e la Red Bull.

Una condivisione tra le due scuderie che andrà oltre l’utilizzo dello stesso motore: tradizionalmente, infatti, la scuderia di Faenza ha sempre utilizzato la stessa componentistica del cambio utilizzata dalla Red Bull, cambiando però la scatola del cambio stessa, scegliendo volontariamente di non sottoscrivere un contratto simile.

Tuttavia, a partire dal 2019, entrambi i team condivideranno anche il retrotreno della monoposto, comprese le sospensioni posteriori e alcune componenti delle sospensioni anteriori.

Una scelta che sembra stata accolta positivamente da tutti i protagonisti della questione, in particolare dal Direttore Tecnico della casa giapponese, Toyoharu Tanabe, che a Motorsport.com ha dichiarato di vedere in questo cambiamento un grande vantaggio aggiuntivo.

Penso che sia un grande vantaggio, non abbiamo bisogno di comunicare tra un team e l’altro e non ci chiedono cose completamente separate. Non siamo in quella situazione: ovviamente hanno un design leggermente diverso e dobbiamo adattare il tutto a entrambe le scuderie, ma non è un cambiamento troppo impegnativo”.

Con il passaggio della Red Bull al motore Honda, la casa giapponese quest’anno tornerà a rifornire due scuderie sulla griglia di partenza dei diversi Gran Premi, cosa che non accadeva dal 2015.

Si tratta di un vantaggio da non sottovalutare, che permetterà a Honda ma anche ai due team di raccogliere una quantità superiore di dati e di informazioni che potranno essere sfruttati per ulteriori miglioramenti e sviluppi.

Teoricamente avremo doppi dati, non solo sul tracciato ma anche dal punto di vista dello sviluppo. Abbiamo una scuderia differente, una diversa filosofia, un diverso modo di lavorare, soprattutto in pista. Possiamo ottenere più informazioni, più conoscenze da un nuovo team. È un grande vantaggio per noi”.

Sembra esserci aria di positività, quindi, in Honda, con la speranza che la stagione che inizierà tra poco meno di tre mesi possa essere più fortunata e vincente rispetto a quelle passate.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e laureanda in Web Marketing & Digital Communication. Sogno un futuro nel mondo dell'automotive, a stretto contatto con quella che è in assoluto la mia passione più grande. Sono decisa, determinata, curiosa: amo imparare e sono sempre alla ricerca di nuove sfide. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.

Altri articoli interessanti

Back to top button