DichiarazioniGran Premio Malesia

Formula 1 | Gp Malesia 2016, Jolyon Palmer finalmente a punti: “Gara perfetta”

Jolyon Palmer conquista il suo primo punto iridato in una gara tutta in rimonta dalla diciannovesima posizione fino alla top ten

L’eventualità di poter perdere il sedile della propria RS16 nella prossima stagione deve aver fatto drizzare le antenne a Jolyon Palmer il quale, nello scorso GP di Sepang, è riuscito a portare a casa il suo primo punticino in classifica piloti.
Ci era andato vicino nella gara australiana di apertura sulla pista di Albert Park ma quell’undicesimo posto non era stato sufficiente.
Stavolta, invece, ha dato tutto se stesso arrivando nella top ten dopo una splendida rimonta – favorita dal ritiro non solo dello sfortunato Lewis Hamilton – partita dalla diciannovesima casella.

Mi sono sentito forte in tutto il weekend e sono molto contento di come ho guidato recentemente – commenta un Jolyon Palmer particolarmente fiero della propria prestazione – Soprattutto dopo il mezzo passo falso delle qualifiche del sabato a cui ho rimediato la domenica in una gara veramente perfetta”.
Il team Renault ha fatto un ottimo lavoro, abbiamo preservato le gomme ed abbiamo battuto delle vetture addirittura più veloci di noi però siamo stati anche fortunati in virtù del ritiro di Lewis e di qualcun’altro”.

E così con questa piccola impresa l’inglesino di Horsham può dire di aver vissuto la sua “prima volta” da iridato: “Ci siamo andati vicini tante volte e forse c’era qualcosa che ci ostacolava – ammette Joylon Palmer – Ma stavolta mi sono sentito bene, il set-up e la strategia di gara erano buone ed io ho guidato bene, il che è fantastico”.

Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button