Formula 1Regolamento

FIA: l’obiettivo è eliminare il porpoising per il 2023?

La federazione vuole porre rimedio all’increscioso fenomeno che sta causando vari problemi e polemiche sin dai test, ma ci riuscirà?

La FIA si è decisa: dal 2023 verranno attuati nuovi regolamenti per contrastare il fenomeno del porpoising

Durante i primi test dell’anno si è potuto notare come in alcune monoposto ci fosse uno strano rimbalzo, chiamato porpoising, quando venivano affrontati i lunghi rettilinei. Questo è dovuto dai nuovi regolamenti. Alcuni team, cercando la massima velocità della vettura, hanno sviluppato la monoposto in modo che corresse il più vicino alla superficie della pista. La FIA, per eliminare il fenomeno del porpoising, ha deciso che dal 2023 verrà cambiato il regolamento tecnico, più specificatamente la regolamentazione dedicata all’aereodinamica.


La Mercedes è la scuderia più colpita da questo fenomeno. Hamilton, a causa del porpoising, ha sofferto di problemi fisici, durante il GP dell’Azerbaijan, a causa del rimbalzo continuo che subiva ogni volta che la sua W13 attraversava i lunghi rettilinei del circuito Azero. Il team principal della squadra tedesca, Toto Wolff, lamenta questa situazione dalla prima gara dell’anno e chiede collaborazione tra tutti i team per combattere il porpoising, arrivando allo scontro con Christian Horner, con quest’ultimo che punta il dito verso la costruzione della vettura di Stoccarda piuttosto che con le direttive della FIA.

La FIA prova a placare le polemiche?

La federazione ha deciso di adottare una serie di nuove misure aerodinamiche, tenendo conto delle opinioni dei team. Le azioni da intraprendere nel 2023 sono le seguenti:

  • un innalzamento del fondo di 25mm;
  • un innalzamento del diffusore posto sotto al fondo;
  • l’introduzione di test più rigorosi per la deflessione laterale del fondo;
  • l’introduzione di un sensore, più accurato, per aiutare a quantificare l’oscillazione aereodinamica.

La FIA ha deciso che già dal 2022, esattamente dal GP del Belgio, ci saranno delle nuove misure come l’abolizione degli skid blocks mobili e l’introduzione di un sistema, che quantificherà il rimbalzo e che dovrà rimanere al di sotto di un determinato valore. Quest’ultima direttiva potrà essere utilizzata dai team già dalla prossima gara in Francia.

Ulteriori modifiche per la sicurezza

Il brutto incidente che ha visto protagonista Zhou, durante il GP di Gran Bretagna, ha portato la federazione a introdurre ulteriori misure rigorose sul roll bar per il 2023. Perché il roll bar non ha impedito all’Alfa Romeo, del pilota cinese, di rimbalzare fino alla recinzione durante il primo giro a Silverstone. Si vuole capire perché ci sia stato il cedimento.

Mattia Peddis

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio