Formula 1Gran Premio Ungheria

Ferrari, Sainz test a Fiorano in vista del GP Ungheria

Il pilota spagnolo questa mattina è sceso in pista, per una giornata di test con la SF71H, in vista dell’Hungaroring

Giovedì mattina di metà luglio, molto caldo, visti i 30°C raggiunti in Italia, Carlos Sainz è sceso in pista a Fiorano al volante della Ferrari SF71H

Giornata di test per Carlos Sainz, che questa mattina a Fiorano è tornato al volante della Ferrari SF71H, in vista del GP Ungheria. Continua così la preparazione del pilota spagnolo, in questa sua stagione d’esordio con la Rossa, che ha potuto così accumulare altri chilometri con la monoposto della Ferrari 2018.

“Oggi si alzano le temperature a Fiorano, Carlos Sainz è al volante della SF71H,” ha così scritto la Ferrari in un post sulle proprie pagine social.

La Scuderia Ferrari torna dalla trasferta di Silverstone, riscontrando un miglioramento per quanto riguarda la gestione delle gomme. Tuttavia, sa che non c’è ancora tempo per mettersi a dormire sonni tranquilli, per questo cerca di dare ai suoi piloti più opportunità per prepararsi, accumulando chilometri con la SF71H.

PIU’ RODAGGIO PER I PILOTI, IN VISTA DELLE FUTURE SFIDE IRIDATE

Come da programma, Carlos Sainz ha guidato la Ferrari 2018 per tutta la giornata, per un totale di 200 km, ripetendo quanto accaduto nel mese di aprile.

Carlos vuole arrivare all’appuntamento dell’Hungaroring con molta preparazione. Il pilota spagnolo alla sua 11° gara con la Ferrari, occupa la settima posizione nella classifica iridata, con 68 punti. Il suo miglior risultato finora è il secondo posto e il podio a Monaco. Ha ottenuto ben due quinti posti, rispettivamente a Imola e in Austria.

A Silverstone, alla Sprint Qualifying la sua mini gara è stata compromessa da un contatto con George Russell, appena dopo la partenza. Gara in rimonta, con sensazioni positive. Domenica, la sua prova è stata compromessa da un errore al pit-stop, durante un cambio gomme. Tuttavia anche qui, lo spagnolo ha cercato di recuperare il più possibile, tagliando il traguardo in sesta posizione. Nonostante tutto, la monoposto ha dimostrato di avere un buon passo gara per poter raggiungere il podio.

In questa fase, il team di Maranello è concentrato sulla stagione 2022, sul progetto della nuova vettura. Ciò nonostante, continua a permettere ai suoi piloti di accumulare più rodaggio possibile, in vista delle prossime stagioni, e per essere pronti quando si tornerà a lottare per il titolo.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.