DichiarazioniFormula 1

Ferrari, a quando gli aggiornamenti sulla F1-75?

Ottimo inizio di stagione per la Rossa di Maranello. Ma, quando arriveranno i principali aggiornamenti sulla monoposto? Risponde Binotto

Ferrari ha iniziato molto bene la stagione 2022, grazie a una super F1-75, che non ha ancora visto aggiornamenti significativi. Quando arriveranno?

La Scuderia Ferrari a sorpresa di tutti, ha iniziato molto bene la stagione 2022, mostrandosi in ottima forma, grazie alla F1-75 che si sta mostrando veloce, competitiva e finora anche affidabile. Ciò ha permesso di ottenere ben due pole position, due vittorie, con tanto di una doppietta, e podio. La scia positiva, si è interrotta a Imola, con Charles Leclerc fuori dal podio e Carlos Sainz ritirato, in seguito a un incidente poco dopo il via.

Un buonissimo momento, nel quale però abbiamo notato che nelle prime quattro gare appena disputate, la Ferrari non ha ancora portato degli aggiornamenti significativi sulle proprie monoposto, e a quanto pare non succederà nella prossima tappa del mondiale 2022, in programma a Miami.

Nel corso dei test invernali, Maranello ha portato soltanto delle piccole migliorie, tra cui un nuovo fondo. Poi, le prime gare, nulla, a parte una nuova ala posteriore riducendo il carico aerodinamico, per rispondere alle caratteristiche del circuito di Jeddah in Arabia Saudita.

Il primo aggiornamento della stagione, si è vista alla terza prova in Australia, facendo provare un nuovo diffusore a Charles Leclerc durante le prove libere del venerdì. Soluzione che non ha funzionato, ed era semplicemente un design sperimentale, progettato per raccogliere informazioni per il piano di sviluppo in Ferrari.

Ferrari decide di non portare gli aggiornamenti a Imola, per via del weekend condizionato dalla Sprint Race, con il venerdì caratterizzato dalla prima sessione di prove libere e le qualifiche.

Binotto: “Gli aggiornamenti? Arriveranno dopo Miami”

Il weekend che ci accingiamo a vivere, ci porta all’esordio del GP di Miami. Essendo un nuovo circuito, per cui sarà previsto un carico aerodinamico adeguato alle sue caratteristiche. Motivo per cui, non vedrà l’esordio di un nuovo fondo sulla SF-71.

Tuttavia, ci saranno delle ulteriori modifiche, che dovrebbero aiutare a migliorare il porpoising, che condiziona la prestazione anche della Ferrari.

Per Miami, non ci saranno modifiche sulla macchina principale. Ma, porteremo delle piccole nuove soluzioni sulla macchina,” ha così dichiarato Mattia Binotto, team principal della Ferrari rispondendo ad alcune domande a The Race.

Miami è un circuito ad alta velocità, paragonando ai precedenti dove abbiamo corso. Quindi, certamente in termini di carico aerodinamico, porteremo qualcosa di diverso. Stiamo tuttora lavorando sul problema del porpoising, come avrete visto ce l’abbiamo ancora. Sicuramente, più della Red Bull. Inoltre, stiamo lavorando sulla prestazione,” ha così aggiunto Binotto.

Attenzione a Red Bull!

Come detto all’inizio, Ferrari ha iniziato molto bene il nuovo Campionato del Mondo 2022, con due vittorie nelle prime quattro gare, ed è al comando della classifica iridata costruttori, così come Charles Leclerc per quanto riguarda la classifica piloti. Red Bull, la sua rivale, ha visto la sua stagione partire in salita, con due ritiri per problemi tecnici. Ciò nonostante, il team anglo-austriaco non si è fermato, e ha portato degli aggiornamenti, fin dai test pre-stagionali, e altrettanti seppur piccoli nel corso delle prime gare.

Red Bull, ha conquistato due pole position e due vittorie, l’ultima a Imola con tanto doppietta. Il risultato, complice anche i guai incappati dalla Ferrari, ha permesso al team e a Max Verstappen, di ridurre lo svantaggio

Siamo alla vigilia della quinta tappa della stagione di Formula 1 2022, che si prospetta lunga e serrata. Vedremo, cosa combineranno, Ferrari e Red Bull. Di sicuro, dopo aver visto le prime gare, la loro rivalità si prospetterà molto combattuta.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.