DichiarazioniFormula 1

Elkann elogia la Ferrari: “Il successo della Rossa è merito di…”

Presidente del Cavallino Rampante ha spiegato come la Rossa sia tornata ai massimi vertici della Formula 1

Non si può nascondere che la Ferrari abbia disputato il miglior avvio di stagione degli ultimi dieci anni. Ne è sicuro anche John Elkann, Presidente del Cavallino Rampante

La classifica parla chiaro. Due vittorie nei primi quattro Gran Premi e la leadership della classifica Piloti e Costruttori rispettivamente con Leclerc e Ferrari fermi a 86 e 124 punti. E un bottino sulla concorrenza.
Sebbene gli uomini della Rossa nei ruoli chiave della Scuderia siano pressoché gli stessi, John Elkann, Presidente del Cavallino Rampante, ha spiegato come la Ferrari sia tornata ai massimi vertici della Formula 1.

Secondo il numero uno della Rossa, in quel di Maranello è cambiata profondamente la mentalità, radicata profondamente nella cultura della Ferrari. Il ritorno alla ribalta del Cavallino Rampante è arrivato anche grazie alla significativa revisione del regolamento 2022.

Ferrari al lavoro da due stagioni e i risultati sono arrivati

Per non farsi trovare impreparati a questa nuova sfida la scuderia italiana ha duramente lavorato negli ultimi due anni, forse anche arrivando anche a sacrificare l’ultima stagione. Nella factory di Maranello tutti gli sforzi erano incentrati sul progetto della F1-75.

È dal 2020 che abbiamo cominciato a lavorare sulle vettura che avrebbe dovuto disputare il campionato 2022 di Formula 1. Nonostante tutta la pressione che aveva la Ferrari addosso in quegli anni, a causa di una mancanza di risultati, abbiamo deciso di affidare il progetto a Mattia Binotto e al suo team di lavoro – ha raccontato Elkann ai microfoni di F1 TV – Abbiamo cambiato anche la nostra mentalità in questo senso, meno individualistica e più di squadra, creando un ambiente coeso. Ma soprattutto con grande ambizione e grande umiltà“.

Che la Ferrari F1-75 sia una monoposto veloce e affidabile non si può negare. L’unico risultato incolore raccolto finora risale al GP di Emilia Romagna, gara di casa del Cavallino Rampante. Ma in quel caso, la mancanza dal podio degli alfieri della Rossa è stata dovuta più a un mix di sfortuna e foga dei piloti che a problemi inerenti alla macchina.

Abbiamo due grandi piloti. Hanno grandi qualità ma, cosa più importante, assieme formano una grande squadra – ha proseguito – Questo è ciò che è importante per la Ferrari.
Qualcosa di cui sono molto orgoglioso personalmente, è vedere come siamo riusciti a diventare un team vero sotto ogni aspetto, dai nostri piloti ai nostri ingegneri e meccanici, abbia lavorato bene insieme. Finora, Ferrari e Red Bull stanno disputando in un campionato a parte in questa stagione“.

Mai mettere il carro davanti ai buoi

Questo fine settimana torna in scena la Formula 1 e lo farà su una pista al suo debutto assoluto nella massima serie automobilistica, a Miami. Dopo il fine settimana finito male a Imola, c’è grande attesa intorno alla Ferrari. Ma Elkann è cauto. I successi passati non garantiscono futuri rosei.

Sapevamo che nel 2022 saremo stati competitivi. Ed è successo. Ma essere competitivi è una cosa e vincere è un’altra, è molto più difficile. Continuiamo a essere motivati da questa sfida in Formula 1 perché sappiamo bene che i campionati si vincono o si perdono all’ultima gara, peggio all’ultimo giro. E magari incidono variabili che possiamo o non possiamo controllare“.

In linea di massima, John Elkann ha dato un riscontro positivo a questa nuova era della Formula 1: “La competitività è aumentata, le gare sono più divertenti e credo che parecchio talento stia arrivando nel Circus. E il merito è tutto di Chase Carey e Stefano Domenicali per il grande lavoro che hanno svolto nel dare un futuro alla Formula 1“, ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio