Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna: la Ferrari non apporterà aggiornamenti significativi alle monoposto

I tecnici di Maranello hanno deciso che non ci saranno cambiamenti nelle F1-75 per il weekend di Imola

L’inizio delle gare europee solitamente significa modifiche e miglioramenti alle vetture. La Ferrari ha però deciso di non apportare aggiornamenti nel GP dell’Emilia Romagna

Tutti gli occhi sono puntati a Imola, la prima tappa nel Vecchio Continente, per osservare quali cambiamenti verranno definiti dai team nei riguardi delle proprie monoposto, ma la Ferrari ha già deciso.

Il GP dell’Emilia Romagna sarà degno di attenzione sia perché sarà l’ultima gara “autonoma” del calendario, con una settimana di riposo prima e dopo il Gran Premio (dopo il quale comincerà una lunga serie di double e triple headers), ma anche per il format della Sprint Qualifying.
Queste condizioni hanno senza dubbio influito sulle decisioni delle scuderie.

La qualifica sprint, infatti, comporta che, con un solo turno di prove libere il venerdì, ci sarà meno tempo per testare le vetture e gli eventuali cambiamenti apportati. In più un altro fattore sarà cruciale a Imola: è prevista la pioggia per gran parte del weekend.

La Ferrari non apporterà cambiamenti a Imola

I fattori peculiari che caratterizzeranno il GP dell’Emilia Romagna hanno dunque influito sulla decisione della Ferrari di non apportare cambianti alle monoposto in un weekend così complicato.
Forti delle indicazioni emerse dal simulatore, i tecnici della Rossa hanno optato per continuare con la F1-75. La vettura sicuramente ha già impressionato positivamente nelle prime tre gare del Mondiale, assicurando due vittorie a Charles Leclerc e la prima posizione della scuderia nella classifica costruttori.

Il nuovo fondo provato in Australia nel primo turno di prove libere, dunque, non vedrà la luce questo fine settimana, anche se verranno comunque fatti piccoli adattamenti anti-porpoising. Con ogni probabilità il nuovo pavimento sarà invece pronto per il GP di Miami a maggio, quando la Ferrari dovrebbe già introdurre aggiornamenti al propulsore.

Le aspettative sono ottimiste

Nella scuderia di Maranello il clima sembra comunque fiducioso: la Ferrari fin’ora ha dimostrato grande adattabilità ai tracciati. La vettura che sta dominando il Mondiale sarà in grado di competere anche senza aggiornamenti significativi.

Le rivali più pericolose (RedBull e Mercedes) hanno inoltre affermato che anche la loro decisione è quella di non portare a Imola cambiamenti importanti. In questo modo lo scontro si svolgerà dunque “ad armi pari”.
In ogni caso lo stacco significativo con cui Charles Leclerc domina la classifica può far stare tranquilli i Tifosi: con 34 punti che lo separano da George Russell, il monegasco rimarrebbe in testa anche senza terminare la gara.

Silvia Gentile

Sono Silvia, vengo da Torino e sono laureata in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo. L'amore per la Formula 1 è nato solo qualche anno fa, in maniera improvvisa e inaspettata, ma da allora uno dei miei desideri è quello di raccontarne le vicende e i protagonisti a chiunque abbia voglia di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.