DichiarazioniFormula 1

Ecclestone smentisce l’arresto

Cosa è successo davvero a San Paolo: le parole dell’ex patron della Formula 1

L’arma illegale e le conseguenze per Ecclestone

Bernie Ecclestone smentisce la notizia che ieri ha fatto il giro del mondo, secondo la quale era stato arrestato in Brasile per possesso illegale di arma da fuoco. A detta dell’ex patron della Formula 1 si è sicuramente verificata una situazione inaspettata e sgradevole che, tuttavia, non si è conclusa con l’arresto.

La vicenda si è svolta a San Paolo mentre Ecclestone stava lasciando il Paese. Durante i controlli è stata rilevata un’arma non dichiarata. Il possesso illegale della pistola ha fatto scattare una cauzione per la quale era richiesto il pagamento in contanti. Sulla via del ritorno verso casa, il britannico era sprovvisto dei contanti richiesti cosa che ha trascinato la questione in un dramma inutile.

Il pagamento della cauzione ha richiesto più tempo del previsto proprio perché l’ex patron della Formula 1 non aveva denaro locale con sé. Tuttavia, la vicenda è stata chiarita non appena saldato l’importo richiesto.

Le parole dell’ex patron della Formula 1

Non sono mai stato arrestato” Ecclestone smentisce. “Volevano soldi locali e abbiamo avuto difficoltà a trovarli, dato che stavo per lasciare il Paese e non avevo quel tipo di denaro. È stato un dramma sanguinoso, che è stato generato per niente, era qualcosa di superfluo”, ha commentato con le parole pubblicate dal Daily Mail.

A propria difesa, l’imprenditore inglese ha sottolineato che l’arma non ha mai contenuto munizioni e che non aveva intenzione di sparare a nessuno. Il possesso della pistola è stato fatto a solo scopo difensivo per paura di aggressioni, ma che non è mai stata nelle condizioni di sparare. Ecclestone ha anche aggiunto di utilizzarla saltuariamente a casa solo per scherzare.

Non avrei sparato a nessuno con la pistola, non ha mai avuto proiettili dentro, quindi non mi sono preoccupato di registrarla, non so perché dovrei. L’ho comprata nel caso qualcuno avesse cercato di aggredirmi o qualcosa del genere. Al momento ce l’avevo a casa e lo usavo per fare il pagliaccio con le persone che venivano a trovarmi, quando si trattava di qualcosa di umoristico”, ha spiegato Ecclestone per concludere.

Laura Bonacina

Precisamente e irrimediabilmente disordinata, ma assolutamente orientata nel mio marasma. Decisamente drogata di marketing, ma anche con i motori non scherzo. Ferrarista dalla nascita con un cuore nero azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.