DichiarazioniFormula 1

Ecclestone: “La Formula 1 deve ringraziare Verstappen”

L’imprenditore crede che lo sport avesse bisogno da tempo di un pilota come Max

Secondo Bernie Ecclestone Verstappen ha fatto molto per la Formula 1 e lo sport deve solo ringraziarlo

L’ex ceo si è espresso dopo le controversie emerse a seguito del Gran Premio del Brasile. Il Campione del Mondo, Max Verstappen, ha infatti disobbedito agli ordini di scuderia , che chiedevano di lasciar passare il compagno di squadra Sergio Perez per aiutarlo nella conquista del secondo posto in classifica. Sebbene dai team radio si sia sentita più volte la richiesta, il pilota non ha risposto e non ha eseguito, per poi dichiarare che aveva le sue ragioni per agire così.

Secondo le ultime voci il suo era un riferimento alle qualifiche del Gran Premio di Monaco e alludeva al fatto che Perez abbia causato di proposito un incidente per ostacolare il compagno di squadra.

La faccenda ha ovviamente scatenato le polemiche tra i sostenitori di entrambe le parti, ma Ecclestone non è entrato nel merito della questione. L’imprenditore non ha espresso alcun giudizio su quanto avvenuto in Brasile, tuttavia ha dichiarato che lo sport deve molto a Verstappen .

Le dichiarazioni di Ecclestone

La Formula 1 dovrebbe ringraziare Max Verstappen. Max è un corridore. Fa quello che deve fare: corre e basta. I fan volevano vedere uno così da molto tempo “, ha detto Ecclestone riguardo Verstappen al quotidiano olandese Telegraph.

Ecclestone, infatti, ricorda che grazie al successo di Verstappen la F1 è tornata a Zandvoort e, inoltre, migliaia di persone seguono Max in giro per il mondo di circuito in circuito.

L’Olanda è molto orgogliosa di lui e tutti sono dietro di lui. Questa è l’unica ragione per cui siamo tornati a Zandvoort. Non sono stato presente alle ultime due gare, ma spero che lì tutto sia migliorato un po’“, ha aggiunto.

Bernie è convinto che l’era di Max sia appena iniziata. “Dipende dalla tua macchina, ma se la Red Bull ha i tutto in ordine, non vedo perché non possano continuare a vincere. Riusciranno mai a battere il record di sette titoli mondiali? Chissà. Speriamo di sì ” ha concluso.

.

Silvia Gentile

Sono Silvia, vengo da Torino e sono laureata in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo. L'amore per la Formula 1 è nato solo qualche anno fa, in maniera improvvisa e inaspettata, ma da allora uno dei miei desideri è quello di raccontarne le vicende e i protagonisti a chiunque abbia voglia di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button