DichiarazioniFormula 1

Ecclestone: “Bisogna rendere più facile la competizione”

L’ex patron della Formula 1 desidera una maggiore competizione e maggiore intrattenimento per battere il dominio Mercedes

L’ex patron della F1 Bernie Ecclestone ritiene che bisogna fare qualcosa per fermare il dominio Mercedes, affermando che il dominio precedente di Ferrari e Red Bull non era uguale

Nel 2021 infatti la Mercedes è in lizza per l’ottava doppietta consecutiva per titoli piloti e costruttori, con Lewis Hamilton che potrà diventare potenzialmente il pilota più vincente di sempre con otto titoli iridati, ma nonostante ciò Bernie Ecclestone pensa che la cosa più importante sia creare un maggiore intrattenimento.

PUNTI DI VISTA

Il dominio delle Frecce d’Argento e dei suoi piloti tuttavia fa venire il mal di testa non solo ai rivali e ai tifosi che vorrebbero vedere maggiore spettacolo, ma anche ai vertici del Circus con l’ex patron che spiega: “Dobbiamo pensare molto di più a ciò che dobbiamo fare in Formula 1: ovvero portare avanti il fattore intrattenimento. È anche più interessante sviluppare cose dal punto di vista ingegneristico. Probabilmente cambierà circa il 50% del pubblico. Ma dovremmo concentrarci sull’85% che vuole solo intrattenimento“.

Proseguendo ha aggiunto: “Le uniche persone che al momento possono aiutarci in questo sono le alla Mercedes. Ho parlato con Toto, conosce i miei pensieri e i miei sentimenti. Spero di non dire niente di negativo su di loro. Hanno fatto un lavoro fantastico per la Formula 1. Ma mi piacerebbe vederci tornare ai vecchi tempi. Quando la Ferrari o la Red Bull hanno dominato, non è stato così male. Ora, quando vai ad una gara, sai che il pilota in pole probabilmente vincerà la gara. Questa è la cosa brutta al momento”.

Per concludere Bernie ha ammesso che: “La Mercedes è così dominante. Non è colpa loro. Hanno fatto un lavoro incredibile. Ma penso che i regolamenti verranno modificati. Non si può cambiare il cuore della Formula 1, ma bisogna rendere più facile la competizione anche per tutti gli altri team”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.