2019Formula 1

Dilemma Haas: Hulkenberg o Grosjean al fianco di Magnussen nel 2020?

Il pilota tedesco porterebbe una nuova linfa all’interno del team, ma attenzione al burrascoso rapporto con l’attuale pilota della scuderia statunitense

Il team Haas è alle prese con una difficile decisione. Le altalenanti prestazioni di Romain Grosjean hanno portato la scuderia americana a valurare possibili alternative. Allettante è la possibilità di arrivare a Nico Hulkenberg, liberatosi dal team Renault nelle scorse settimane.

La scuderia guidata da Gene Haas non sta attraversando la sua miglior stagione. Dopo aver concluso al quinto posto assoluto la scorsa stagione ed all’ottava posizione nelle prime due stagioni di vita, al momento il team si trova in nona posizione, solo davanti alla Williams, squadra alle prese con un’annata disastrosa.

Le ottime prestazioni viste nei test si sono rispecchiate in pista solo a sprazzi nella prima parte di stagione e soprattutto non sono mai state confermate in gara, dove Haas continua a lottare contro le gomme. Le nuove specifiche Pirelli 2019 sembrano non adattarsi alla concezione della VF19 e proprio il team nordamericano è stato tra i primi promotori per una sostituzione in corsa (successivamente bocciata) che avrebbe visto tornare le mescole 2018.

Sono solamente sei le occasioni nelle quali i due piloti sono riusciti a chiudere la gara nella top ten, con il solo Kevin Magnussen ad aver ottenuto risultati di rilievo, con il sesto posto nella gara inaugurale in Australia e la settima posizione in Spagna, unico appuntamento dove la squadra ha potuto festeggiare un doppio piazzamento a punti.

Il bilancio diventa ulteriormente negativo guardando ai risultati di Romain Grosjean, che può “vantare” soli 8 punti in stagione e ben sei ritiri, quasi uno ogni due Gran Premi. Il pilota francese, a differenza del proprio compagno, è in scadenza di contratto e dopo una serie di valutazioni già effettuate nella scorsa stagione rischia seriamente di perdere il posto in vista del 2020.

Nico Hulkenberg è un pilota di esperienza che, pur non avendo ancora ottenuto un podio in carriera, si è sempre dimostrato solido e costante, qualità mancata ai due alfieri della scuderia in queste stagioni. Il pilota attualmente in Renault sembrerebbe la soluzione migliore, ma attenzione al gelido rapporto creatosi proprio con Kevin Magnussen, a seguito di qualche screzio in pista.

Come dichiarato dal team principal Gunther Steiner, le prossime settimane saranno decisive per scelta del pilota che nella prossima stagione affiancherà l’ex McLaren e Renault.

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close