DichiarazioniFormula 1

Come sarebbe il campionato senza Red Bull ?

In un campionato senza la scuderia di Milton Keynes, quali sarebbero le scuderie al vertice ?

Il fatto che ormai la Red Bull abbia in mano il titolo del campionato 2023 è noto a tutti. Ma quello che ora tutti si chiedono è, se la scuderia di Milton Keynes non ci fosse, chi sarebbe il prossimo a dominare?

Con l’arrivo della pausa estiva, siamo giunti ormai alla linea che divide il campionato in due esatte metà. Con quasi dieci gare al termine del campionato non possiamo fare altro che tirare le somme, e guardare in faccia alla realtà. La scuderia di Milton Keynes porterà a casa l’ennesimo titolo dopo un anno ricco di successi e soprattutto, scarso di una valida concorrenza. Ma quello che tutti ora si chiedono è, se Red Bull non fosse nel campionato, chi dominerebbe?

La domanda, in effetti ha suscitato numerose risposte, una più differente dell’altra, ma quale sarà quella giusta? Facciamo in analisi della situazione. Difatti questo, si tratta di un anno molto competitivo se si guarda la di sotto della Red Bull nella classifica. Proprio per questo, durante i numerosi gran premi abbiamo visto vetture differenti sul podio, portando un esempio come Fernando Alonso. Tuttavia, non dobbiamo focalizzarci solo sul podio per capire che ad aver fatto passi in avanti, non sia solo l’Aston Martin.

Se sottraessimo i piloti della Red Bull dall’equazione, questo avrebbe ripercussioni anche su chi si trova sul “fondo” della griglia. Ci riferiamo al novellino della Williams, Logan Sargeant, che senza i due toreri della scuderia di Milton Keynes avrebbe portato a casa una manciata di punti. Cattive notizie invece per De Vries, che anche con questa magica sottrazione si ritroverebbe ben lontano dalle posizioni di poter portare a casa dei punti. D’altra parte, chi si troverebbe a giovarne maggiormente dall’utopica equazione è Yuki Tsunoda, che si vedrebbe protagonista di un aumento di punti esagerato, arrivando addirittura al 500 percento in più.

Mettendo da parte la classifica piloti, che come avrete ben capito sarebbe dominata dal quarantaduenne Fernando Alonso. A toccare il gradino più alto della classifica costruttori sarebbe la Mercedes, che con la sua coppia di piloti , Hamilton e Russell batterebbe alla grande la classifica in cui si posiziona invece L’Aston Martin. Non lontana dalla Mercedes si respira aria di “casa” con la scuderia di Maranello, arrivando così a una somma di 290 punti. Sul fondo della griglia invece le due scuderie, Alpha Tauri e Haas, poco fortunate anche in questo gioco di equazioni.

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio