DichiarazioniFormula 1

Christian Horner stuzzica: “Più supporto al Direttore di gara”

Il Team Principal della Red Bull è convinto che la Federazione Internazionale debba rivedere alcuni punti a livello regolamentare

Anche se il Mondiale 2022 di Formula 1 è alle porte, continua a tenere banco quando andato in scena ad Abu Dhabi, in occasione dell’ultimo Gran Premio della passata stagione

Si è discusso, forse anche troppo, sulle decisioni prese da Michael Masi, in occasione dell’appuntamento di Yas Marina. A detta di molti, il Direttore di Gara avrebbe fatto delle scelte tendenti a favorire la vittoria del Mondiale 2021 da parte di Max Verstappen e della Red Bull. E a distanza di alcuni mesi è tornato sull’argomento anche Christian Horner, Team Principal della scuderia di Milton Keynes.

A seguito di quanto avvenuto ad Abu Dhabi, Lewis Hamilton ha deciso di scomparire dalla scena per qualche tempo, ammutolendo di fatto anche i suoi canali social. Sono circolate molte indiscrezioni sulla possibilità che l’inglese potesse prendersi un anno sabbatico dalla Formula 1. Ma quando manca poco più di un mese dall’avvio del campionato, il pilota della Mercedes è tornato a mostrarsi. Ha fatto rientrare quello che ormai era diventato un vero e proprio caso mediatico.

Ancora non è certo se Masi manterrà il suo ruolo di Direttore di gara o se sarà sostituito. La FIA ha categoricamente smentito i rumors che lo vedevano già valigia alla mano, in direzione dell’uscita. Dell’argomento ha parlato anche Peter Bayer, il segretario generale, ammettendo che la posizione dell’australiano è tutt’altro che al sicuro a causa dell’astio mostratogli l’anno scorso.
Christian Horner crede che, qualunque sia la decisione della Federazione Internazionale, il futuro Direttore di gara dovrebbe essere più supportato da tutto il Circus.

Il nuovo Presidente della FIA ha posto il focus su questo argomento. Per questo motivo credo che ci sia stata una spinta per assicurare che il Direttore di gara abbia un supporto maggiore. Gli strumenti che abbiamo a nostra disposizione sono molto più avanzati di quelli che possono utilizzare Masi e il suo team. Reputo che durante l’inverno ci sia stata molta attenzione su questo aspetto – ha raccontato Christian Horner ai colleghi di Sky Sport – Si spera che ciò consentirà di prendere decisioni in modo più facile e rapido. Ma questa è solo una parte della soluzione: “Credo che dobbiamo anche esaminare i regolamenti per semplificarne alcuni“.

Il titolo di Verstappen è passato in secondo piano?

Con tutta l’attenzione mediatica concentrata sul caso Masi, si è rischiato di togliere un’ po’ di lucentezza al primo titolo del pilota olandese. I media probabilmente non hanno dato la giusta attenzione alla vittoria di Max Verstappen, che di fatto ha messo fine all’era del dominio Mercedes. In ogni caso, Horner non pensa che le polemiche del caso abbiano oscurato la vittoria del suo pupillo: “Beh, non è proprio così, perché gli unici a parlarne siete stati voi. Noi ci siamo davvero divertiti tantissimo a ottenere la vittoria del titolo. Ovviamente la nostra concentrazione è ora sul 2022, il 2021 è già storia e siamo entusiasti della stagione che sta per iniziare“.

La Red Bull svelerà la monoposto con cui Verstappen difenderà il suo titolo mondiale il 9 febbraio, il nome è già stato deciso e sarà RB-18. Il compagno di squadra di Max per il secondo anno consecutivo sarà il pilota messicano Sergio Perez.

Salomoni Andrea

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.